QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Serie di operazioni per i Carabinieri di Salò: attività di contrasto e di controllo. Il bilancio

mercoledì, 5 luglio 2017

Salò – Serie di operazione condotte dai carabinieri della Compagnia di Salò. Nei giorni scorsi: i Carabinieri di Bagolino hanno denunciato in stato di libertà, per furto in abitazione, un 48 enne del luogo che dopo esser entrato all’interno di un magazzino di un’abitazione di Bagolino si appropriava, caricandola sulla propria autovettura, di ben 14 forme (15 kg circa l’una) del pregiato formaggio “Bagoss” nonché di numerosa attrezzatura da lavoro, per un valore complessivo di circa 10.000,00 euro. La refurtiva veniva quasi interamente rinvenuta comprese le forme di formaggio.

I Carabinieri della Stazione di Vestone hanno arrestato, dopo aver ricevuto manforte dai colleghi del N.O.R.M. e della Polizia Locale Valsabbia, un 42 enne domiciliato in paese che, dopo aver litigato con la moglie all’interno di un esercizio pubblico, in evidente stato di alterazione, opponeva resistenza e minacciava i Carabinieri intervenuti che per tale motivo lo hanno arrestato.

carI Carabinieri di Manerba, a Padenghe sul Garda, nel corso di un controllo alla circolazione stradale hanno fermato un giovane cittadino albanese che, dopo esser stato sottoposto a perquisizione personale e del veicolo sul quale viaggiava, è stato trovato in possesso di 12 dosi di sostanza stupefacente del tipo cocaina nonché di alcune centinaia di euro ritenute provento dell’attività illecita.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Salò hanno denunciato in stato di libertà, per violazione dell’art. 186 del codice della strada – guida in stato di ebbrezza alcolica – 3 persone alle quali venivano ritirate le patenti di guida e sequestrato il veicolo in quanto accertato il superamento dei limiti di Legge.

I Carabinieri di Manerba del Garda, del N.O.R.M. di Salò e del Nucleo Ispettorato del Lavoro Carabinieri di Brescia, hanno effettuato dei controlli a dei camping rivieraschi. Nel corso di tali controlli è stato sanzionato:

  • un camping di Moniga del Garda in quanto sono stati trovati quattro dipendenti non in regola; euro 12.000,00 di sanzione +  2.000 euro con sospensione dell’attività fino ad avvenuta regolarizzazione;
  • un camping di San Felice del Benaco in quanto è stato trovato un dipendente non in regola euro; 3.000,00 di sanzione.

© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136