QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Sequestrato e rapinato tassista a Trento: la Squadra Mobile ferma i due banditi

mercoledì, 31 agosto 2016

Trento – Nel corso della notte del 29 agosto due individui hanno sequestrato e rapinato un tassista di Trento in servizio notturno presso la locale Stazione FS. I due malavitosi, saliti a bordo, si sono fatti condurre in un quartiere periferico della città dove hanno minacciato con un coltello puntato alla gola il taxista che è stato costretto a consegnare tutto il denaro provento dell’attività notturna, ammontante alla somma di 400 euro, il telefono cellulare e un anello in oro.

polizia Trento 1

Nelle fasi esecutive della rapina, il tassista, sempre costantemente con il coltello puntato alla gola, è stato costretto a dirigersi verso il casello autostradale, poiché la coppia aveva palesato l’intenzione di recarsi a Milano. Giunto nei pressi del casello autostradale di Trento sud, il tassista ha simulato un malore rallentando in tale modo sensibilmente la marcia del taxi che è riuscito ad arrestare. A quel punto estraendo le chiavi di accensione usciva repentinamente dall’abitacolo, cosa che gli permetteva di rifugiarsi presso un vicino esercizio pubblico dove chiedeva aiuto. In quel frangente anche i due rapinatori hanno abbandonato l’autovettura e si sono dileguati nelle campagne circostanti il casello autostradale. Sul posto l’equipaggio di una volante intervenuto su richiesta della vittima, ha proceduto al sequestro di un coltello con lama da 25 cm abbandonato dai rapinatori all’interno del taxi prima della fuga. Sulla base delle descrizioni acquisite dalla vittima in sede di denuncia, questa Squadra Mobile ha identificato i due responsabili per MILAZZO Davide, nato a Torino il 28.09.1972 residente a Trento e FERKO Marek, nato in Slovacchia il 27.06.1986, residente a Trento. Entrambi hanno numerosi precedenti di Polizia. Le indagini avviate senza soluzione di continuità, hanno consentito in un primo momento d’individuare e procedere al fermo di indiziato di delitto FERKO Marek, rintracciato nella notte del 03.07.2016 a Trento mentre si trovava a bordo di un taxi il cui conducente, insospettito dall’atteggiamento del predetto passeggero, allertava la Polizia. Per quanto riguarda il complice MILAZZO Davide, nel coso della giornata di ieri 6 luglio è stato arrestato in esecuzione di Provvedimento Cautelare in Carcere emesso dal GIP Francesco FORLENZA su richiesta del P.M. Davide OGNIBENE. Il MILAZZO è stato rintracciato presso la propria abitazione ove si trovava ristretto in regime degli arresti domiciliari a seguito di una successiva rapina consumata a Padova in data 30 giugno 2016.

Nella circostanza, con la complicità dello tesso FERKO Marek e di un terzo cittadino tunisino, avevano commesso una rapina ai danni di un Kebab nella città Veneta. MILAZZO e il giovane tunisino erano stati arrestati in flagranza e posti agli arresti domiciliari mentre il FERKO era riuscito a darsi alla fuga.

L’operazione ha permesso di assicurare alla giustizia malviventi pericolosi dediti a reati, reiterati per modalità e gravità. La particolare attenzione al fenomeno richiesta ai propri uomini dal Questore Massimo D’AMBROSIO, ha sortito i suoi effetti, anche allo scopo di restituire sicurezza agli operatori del servizio Taxi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136