Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Scritte sulla caserma dei vigili del fuoco volontari di Molveno, condanna di Fugatti e intervento di Denis Paoli

domenica, 6 ottobre 2019

Molveno – Scritte sulla caserma dei vigili del fuoco volontari di Molveno (Trento), intervento del consigliere provinciale Denis Paoli. “Come figlio di vigile del fuoco con 40 anni di servizio mi sento colpito da ciò che è successo a Molveno. Le scritte comparse presso la Caserma dei volontari sono una vera e propria offesa a chi da sempre dedica la propria vita, affrontando rischi e lasciando in ansia i propri cari senza alcuna certezza, solo per l’amore che nutrono nei confronti della salvaguardia della vita altrui e senza mai richiedere benefici o onori. Veri e propri angeli che quotidianamente operano in silenzio, dietro le quinte, a cui però stanotte per mano di qualche incivile sono state rivolte parole infamanti e denigranti senza alcun motivo. Da parte nostra totale solidarietà nei confronti del lavoro quotidiano svolto dai Vigili del Fuoco a difesa e in supporto della comunità di Molveno. 

Molveno-scritte - GDV

Sono sicuro che l’intera comunità si stringerà intorno ai Vigili del Fuoco e che, tutti insieme, potremmo partecipare presto all’inaugurazione di una caserma che è uno strumento per permettere a loro di svolgere al meglio un’attività che si basa anche sull’altruismo e sulla devozione per la propria comunità. Mi auguro che l’autore di tali scritte venga identificato e che rimuova con le proprie mani quelle deliranti scritte“, è il commento del consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino, Denis Paoli.

La condanna di Fugatti

Ignobile e inaccettabile. Così il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti commenta l’episodio vandalico ai danni della sede dei vigili del fuoco volontari di Molveno dove ignoti hanno imbrattato con scritte offensive il portone d’ingresso. “Trovo inconcepibile – commenta Fugatti – che qualcuno usi questi mezzi spregevoli, a maggior ragione indirizzati a chi ogni singolo giorno dona il proprio tempo e spesso rischia la propria incolumità per garantire la sicurezza dei cittadini. Solidarietà piena quindi ai nostri vigili del fuoco”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136