QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Scritte ingiuriose sui muri della sede Uil di Trento

giovedì, 24 ottobre 2013

Trento – Un episodio di intolleranza o un messaggio mafioso al sindacato? E’ questo l’interrogativo che si pongono nelle ultime ore gli inquirenti. La scorsa notte le sede Uil di via Matteotti a Trento, è stata imbrattata con scritte ingiuriose in riferimento alla vicenda dell’azienda Martinelli Trasporti di Ala. La notizia è stata diffusa dallo stesso sindacato.polizia_4_7

Il segretario generale della Uil del Trentino, Walter Alotti, ha commentato: “Una manifestazione di intolleranza violenta verso il sindacato confederale che preoccupa perché rischia di aggravare il clima già drammatico per la profonda crisi economica e del lavoro che anche nel nostro territorio ha colpito in particolare proprio il settore dei trasporti e quello edilizio”. “Violare sedi sindacali, nell’imminenza di una importante scadenza elettorale locale – ha concluso Alotti – può rievocare altri tempi oscuri, ma siamo certi che il tessuto sociale trentino sia sano e che gli autori di questo sfregio non siano “i lavoratori”, ma qualche testa calda in mancanza di argomenti che sfodera solo rabbia ed impotenza”. Sono in corso indagini da parte della Digos di Trento.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136