QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Scoperti lavoratori in nero nei locali del Garda, raffica di multe da parte di carabinieri e Finanza

mercoledì, 1 luglio 2015

Desenzano – Movida sul Garda, controlli a tappeto dei carabinieri e Guardia di Finanza. Un controllo interforze ai locali della movida del desenzanese e dintorni promosso dalla Compagnia Carabinieri di Desenzano del Garda ed effettuato congiuntamente agli uomini della locale Tenenza della Guardia di Finanza, del N.A.S. Carabinieri di Brescia e con il supporto di unità cinofile dell’Arma e della Finanza.

L’obiettivo perseguito, grazie alle rispettive specifiche competenze, è stato quello di essere al fianco dei cittadini e degli esercenti di Desenzano del Garda e dintorni (da Bedizzole a Sirmione passando per Lonato del Garda) anche attraverso la tutela della sicurezza pubblica, dei lavoratori e dei luoghi di lavoro e della sanità pubblica, noGuardia di Finanza e carabinieri di Trentonché tramite il contrasto dei reati connessi allo spaccio di stupefacenti, contro il patrimonio e la persona.

Controllare i locali della vita notturna per tutelare i cittadini ed i numerosi turisti che affollano il Garda nel loro diritto allo svago ed al sano divertimento proprio attraverso il rispetto delle normative vigenti. Un controllo di vicinanza al territorio anche in un settore così importante come quello delle attività commerciali e dell’indotto della movida: bar, pub, discoteche e night.

I N.A.S. Carabinieri si sono occupati dei controlli igienico-sanitari nelle cucine, nei bar, nei locali aperti al pubblico.

I Militari della Finanza hanno verificato anche il rispetto delle normative afferenti al settore tributario ed a quello del lavoro sommerso, in esito al quale sono stati rinvenuti complessivamente una decina di lavoratori in nero, che costerà ai datori di lavoro l’applicazione della maxi sanzione di 4mila euro per ogni singolo lavoratore.

Quattro locali sono stati sanzionati dal N.A.S. Carabinieri e dall’A.S.L. per le rilevate violazioni alla normativa igienico-sanitaria. Ora i gestori dovranno provvedere quanto prima a regolarizzare le situazioni per non aggravare la loro posizione.
Complessivamente sono state controllate oltre 300 persone tra avventori e dipendenti e sono state eseguite una cinquantina di perquisizioni personali, veicolari e locali e segnalati alla Prefettura di Brescia, quali assuntori di sostanze stupefacenti, quasi trenta soggetti. Numerose le contravvenzioni elevate con la collaborazione dell’A.S.L. di Brescia e delle Polizie locali di Lonato e Bedizzole. Più di dieci i locali controllati nell’ultima settimana.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136