QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Scomparsa del vescovo emerito di Bolzano Karl Golser: il cordoglio del presidente Kompatscher

domenica, 25 dicembre 2016

Bolzano – Un uomo del dialogo, un riferimento per la convivenza, un esempio per come ha affrontato la malattia: Kompatscher ricorda lo scomparso vescovo Golser.

La scomparsa del vescovo emerito Golser nella notte di Natale ha profondamente rattristato il presidente Kompatscher: “Nella figura del vescovo Golser tutti abbiamo potuto apprezzare un uomo del dialogo e della mediazione, impegnato a fondo per la pacifica convivenza e per il bene dei gruppi linguistici. Il suo motto episcopale ‘Cristo nostra pace’ era una significativa dichiarazione di intenti, il cardine della sua missione pastorale”.

Con la scomparsa di monsignor Golser, “l’Alto Adige dice addio a una personalità di primissimo piano, che nei soli due anni da vescovo ha saputo farsi apprezzare per le sue doti umane, per la sua misura e il suo equilibrio”, prosegue Kompatscher, che ricorda inoltre la grande conoscenza e attenzione che il nuovo presule ha sempre dimostrato verso i rapporti tra etica ed economia e sulle questioni di tutela dell’ambiente e di salvaguardia del creato: “Il vescovo Golser ha sempre sentito come sua responsabilità quella di conciliare economia e ambiente e si è dimostrato personalità preparata ed aperta. È stato un interlocutore fondamentale anche per la classe politica e per chi amministra la cosa pubblica”.

Il Landeshauptmann vuole infine sottolineare “la grande forza e la dignità con cui il vescovo Golser ha affrontato la malattia, una sindrome atipica del morbo di Parkinson, trasmettendo a tutti un messaggio di speranza e di valore della vita. Siamo in lutto con la Chiesa locale e con tutta la comunità – conclude il Presidente anche a nome della Giunta provinciale – ed esprimiamo ai suoi familiari il più profondo cordoglio.”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136