QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Scarichi abusivi, due imprenditori dai carabinieri del Noe di Brescia

mercoledì, 18 settembre 2013

Brescia – Controlli a tappeto nel Bresciano, in riva a laghi, fiumi e torrenti e anche nelle zone vallive. I carabinieri del Noe di Brescia, al comando del capitano Alessandro Placidi, al termine di mirate indagini e controlli  hanno denunciato alla Procura di Brescia due imprenditori, uno di Cazzago San Martino e l’altro di Sarezzo, dopo aver accertato l’utilizzo di impianti di emissione fumi in atmosfera privi di autorizzazione, oltre alla gestione illecita di rifiuti speciali derivanti dalla lavorazione di ferro e alluminio. In particolare si tratta di scarti di lavorazione della sabbiatura e di alluminio intrisi di olii minerali.

Noe

In una delle aziende controllare i militari del Noe hanno scoperto anche una discarica abusiva costituita da polveri di abbattimento fumi che sono classificati come rifiuti speciali pericolosi, tra le principali fonti di rilevanti di diossina di riconosciuta tossicità, difficilmente biodegradabili e particolarmente accumulabili nella catena alimentare ove, concentrandosi sempre più a partire dai vegetali passando per gli animali erbivori e carnivori. Le indagini dei carabinieri del Noe proseguono per accertare eventuali corresponsabilità di altri soggetti e per eseguire eventuali e ulteriori verifiche tecniche che saranno concordate con il personale dell’Arpa di Brescia al fine di valutare possibili danni all’ambiente.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136