QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Salò, scovata dai carabinieri una serra artigianale di marijuana in pieno centro: denunciato 45enne bresciano

giovedì, 2 luglio 2015

Salo’ – I militari della stazione carabinieri di Salò, coordinati dal luogotenente Alfredo Negro, hanno denunciato per il reato di detenzione ai fini di spaccio e coltivazione di sostanze stupefacenti, con il sequestro di una piantagione di marijuana indoor, P.L.A. disoccupato, 45enne, residente a Salò, classe 1969, incensurato.

In particolare i militari citati, al termine di specifica attività informativa finalizzata alla repressione dei reati inerenti gli stupefacenti nel territorio, a seguito di predisposti servizi di osservazione intervenivano presso il domicilio dell’uomo ed eseguivano una perquisizione d’iniziativa, rinvenendo nella sua immediata disponibilità una serra artigianale in-door di marijuana, completa di lampade, fertilizzanti, manuali e vario materiale per la cura della piantagione.

Venivano sequestrate dieci piante di marijuana dell’altezza compresa tra i 15 centimCarabinieri piante  marjiuanaetri e il metro con rami e foglie ben sviluppate. La serra era stata ricavata sul balcone di casa all’interno di un armadietto in tela – abitazione sita in una villetta in pieno centro.

La sostanza stupefacente ed i materiali sono stati posti sotto sequestro. Il contrasto al fenomeno delle piantagioni artigianali (da cui si sviluppa poi un parallelo e redditizio spaccio al dettaglio) resta una priorità per i militari della compagnia di Salo’ che già negli anni passati hanno sequestrato e distrutto numerosissime analoghe piantagioni con l’arresto di professionisti del pollice verde.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136