QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Furto di 100 batterie, i carabinieri di Salò hanno arrestato un moldavo. Denunciate 10 persone

lunedì, 24 febbraio 2014

Salò –  Nel weekend  militari della Compagnia di Salò sono stati impegnati in un servizio di controllo straordinario del territorio disposto dal Comando Compagnia e finalizzato a prevenire e reprimere episodi di illegalità diffusa ed in particolare reati predatori, ad esempio furti in abitazione e negli esercizi commerciali, con particolare attenzione ai comuni di Salò, Gavardo e Manerba del Garda. I militari sono intervenuti con 15  pattuglie e 35 uomini, con il concorso di personale del Nucleo Cinofili di Orio al Serio intervenuto con due unità antidroga, hanno effettuato una consistente azione preventiva mediante l’attuazione di servizi di pattugliamento integrati da posti di controllo rinforzati, controllando 370 persone e 220 mezzi, eseguendo 15 perquiCarabinieri e polizia 1 (2)sizioni d’iniziativa. E’ stato arrestato un ricercato moldavo classe 1984, pluripregiudicato, condannato alla pena di 5 anni, 2 mesi e 28 giorni per i reati di ricettazione, possesso e fabbricazione di documenti d’identificazione falsi. I reati sono stati commessi a Ferrara tra il giugno 2007 ed il settembre 2009 e la competente Procura ha emesso il mandato di cattura. L’ arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Brescia.

Denunciati 10 soggetti, di cui 5 stranieri. Per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti tre soggetti (tra cui un minore) con un sequestro totale di circa 40 grammi di marijuana, 10 di hashish e 5 di allucinogeno tipo mdma. Tre i denunciati per furto aggravato, un pregiudicato sorpreso a rubare alcuni piccoli elettrodomestici al supermercato Bennett di Gavardo ed un pregiudicato di Vobarno accertato essere l’autore di un furto di 100 batterie per auto rubate ad una locale autofficina, il terzo denunciato, sempre pregiudicato, per aver rubato da una cabina dell’A2A circa 100 kg di cavi in rame. Due indiani invece sono stati denunciati perché trovati in possesso di telefoni smart phone risultati rubati e due italiani pregiudicati deferiti rispettivamente per porto abusivo di armi bianche (mazza da baseball e manganello trovati in auto) e possesso ingiustificato di arnesi da scasso. Venivano inoltre segnalati alla competente autorità prefettizia 10 persone quali assuntori di stupefacenti, sequestrando un totale di grammi 5 di marijuana, 2 grammi di hashish, grammi  2,5 di cocaina e grammi 1 di eroina.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136