QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Biciclette rubate in Trentino e pronte ad essere spedite in Tunisia. Denunciati due stranieri

venerdì, 12 settembre 2014

Trento – Una ventina di bici, rubate in Trentino, erano pronte ad essere spedite in Tunisia. I carabinieri di Trento, intervenuti in via Aeroporto di Gardolo a conclusione di alcuni servizi di osservazione effettuati per alcuni giorni dai militari della Stazione Carabinieri di Trento e da quelli dell’Aliquota Operativa e Radiomobile, hanno smascherato il colpo e denunciato due tunisini.
Il continuo via vai di cittadini extracomunitari aveva insospettito i residenti della zona che avevano segnalato ai militari di via Barbacovi la presenza di molto materiale tra cui biciclette pregiate che venivano scaricate da un furgone e stipate all’interno di un box.  All’interno sono state rinvenute 20 biciclette, tra modelli da corsa (Cannondale, Bottecchia, Giant e Specialaized) e mountain  bike (Moser,Carraro e Merida), di un valore oscillante tra i 400 e i 4.500 euro l’una, la maggior parte smontate e confezionate in pellicole di cellophane pronte per essere inviate in Tunisia.

Dagli accertamenti esperiti si è potuto valutare la posizione dei quattro cittadini extracomunitari sorpresi al momento dell’intervento, due di essi sono risultati del tutto estranei alla vicenda, avevano consegnato ai loro connazionali dei pacchi contenenti vestiti e piccoli elettrodomestici da consegnare ai loro cari in Tunisia.furto bici carabinieri trento

Differente la posizione degli altri due, un 31 enne pregiudicato ed un 24 enne incensurato, locatari del box auto per i quali è scattata la denuncia in stato di libertà per il reato di ricettazione. L’attività si è conclusa nella tarda serata poiché si è riusciti a individuare in località Vela un garage nella disponibilità del 31 enne all’interno del quale sono state rinvenute altre 4 biciclette e il materiale per il confezionamento per la spedizione.

Il valore della merce recuperata si aggira intorno ai 30 mila euro. Alcune biciclette sono già state restituite, come il «velocipede» del valore più pregiato è stato restituito nel giorno del suo compleanno al proprietario che ne aveva denunciato il furto 10 giorni fa.
Al vaglio degli investigatori le denunce per furto presentate nell’ultimo mese presso i Comandi Arma e Polizia di Stato del Trentino al fine di risalire ai legittimi proprietari.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136