QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ruba in alberghi di Levico Terme, arrestato dai carabinieri di Borgo Valsugana

lunedì, 8 agosto 2016

Borgo Valsugana - I carabinieri della Compagnia Borgo Valsugana hanno arrestato un trentino di origini magrebine per furto all’interno di alberghi a Levico Terme.

Forse voleva emulare altri protagonisti di passate razzie valsugane ma Sbiti Rayane, trentino di origini magrebine di 20anni, già conosciuito per furto, ricettazione e danneggiamento, a differenza del passato, ha scelto come obiettivi le strutture alberghiere di Levico Terme. Al terzo colpo però sono scattate le manette, al termine di un rocambolesco inseguimento ed al rintraccio del fuggitivo che, per sottrarsi alla cattura, si era nascosto sotto un tavolino di un esercizio commerciale.

Carabinieri Valsugana 1

Sono le quattro del mattino circa, quando gli uomini dell’Arma ricevono, al 112, una chiamata di aiuto da parte del responsabile di sala di un albergo ubicato in Levico Terme che denuncia il furto di oggetti e denaro dal suo alloggio. Quattro carabinieri, che raggiungono il luogo del furto, mentre assumono informazioni dal richiedente, questi riconosce alcuni suoi effetti personali addosso ad una persona che si sta allontanando rapidamente, con una bicicletta elettrica. Ne nasce un inseguimento che termina poco dopo quando il sospettato, lasciata la bicicletta, cerca, correndo fra prati e abitazioni, di sfruttare la poca luce per sfuggire alla cattura.

Capisce di essere circondato e allora decide di nascondersi e sceglie un tavolino di quelli realizzati in plastica, vuoti all’interno. Ma dopo poco, l’uomo, viene rintracciato ed arrestato. Oltre la bici appena rubata del valore di circa 5mila euro, all’interno di uno zaino gli viene rinvenuta una play station 4, un telefono cellulare, due orologi e soldi in moneta, ed altra refurtiva risultata poi essere stata sottratta da tre strutture alberghiere tutte di Levico. E’ stato arrestato in attesa del processo con rito direttissimo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136