QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Rovereto: attentato alle Poste, in via Parteli distrutte sette Panda. Indagano i carabinieri

mercoledì, 23 novembre 2016

Rovereto – Proseguono gli attentati contro le Poste. Nella notte – attorno alle 2 circa – in via Parteli di Rovereto, interno parcheggio pubblico (altezza cimitero San Marco), ignoti, utilizzando molto probabilmente liquido infiammabile, hanno dato fuoco a sette Panda delle Poste Italiane.

Su di un muro adiacente è stato scritto “Mistralair Poste basta deportazioni”. Al momento nessuna rivendicazione diretta. Sul posto si sono portati i carabinieri, vigili del fuoco e sono stati chiamati anche i dirigenti dell’Ufficio Postale che hanno raggiunto la zona. Ingenti i danni.panda-distrutte-poste-1

IL PRECEDENTE

L’8 novembre scorso a Trento, in un altro attentato erano state distrutte nove autovetture Fiat Panda di Poste Italiane. Anche in  quell’occasione gli inquirenti hanno escluso il fatto accidentale dopo aver trovato tracce della sostanza infiammabile, come questa notte a Rovereto, per dare fuoco alle vetture che erano parcheggiate nella zona degli uffici direzionali delle Poste a Trento. Le indagini sono partite dagli ambienti anarchici.

Questa notte a Rovereto l’attentato ha visto una scritta significativa che potrebbe indirizzare le indagini all’interno delle Poste visto che è apparsa la scritta: “Basta deportazioni”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136