Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Riva del Garda: gas in uno stabile, intervento dei vigili del fuoco

venerdì, 13 aprile 2018

Riva del Garda – Intervento nella notte del corpo dei vigili del fuoco di Riva del Garda (Trento), allertato per odore di gas in uno stabile della località lacustre.

vvfLa prima squadra giunta sul posto ha rilevato con lo strumento “esplosimetro” da subito una importante presenza di gas nel giroscale del condominio. Quindi i vigili del fuoco hanno proceduto a disalimentare tutto lo stabile dall’energia elettrica e nel frattempo evacuare le persone presenti negli appartamenti, bloccando la circolazione sia veicolare che pedonale della strada limitrofa. Un lavoro certosino e complesso per ricercare la fonte della fuga di gas che si è trovata nel piano interrato dello stabile proveniente da un apparecchio alimentato da una bombola di GPL.

Lo strumento “esplosimetro” rilevava una percentuale di presenza di gas GPL all’interno del campo di esplosività. In questo caso un innesco avrebbe potuto far esplodere la stanza. La bombola è stata portata in un luogo sicuro fuori dal condominio e tutto lo stabile è stato messo in sovrappressione con un ventilatore positivo per “ripulirlo” dal gas. Infatti ogni gas combustibile ha un intervallo di presenza entro il quale c’è il reale pericolo della esplosività. Non vi è invece esplosività quando l’ambiente è poco saturo o quando è troppo saturo.

In quest’ultimo caso però anche la sola apertura della porta per entrare nel locale potrebbe causare un’immissione di aria esterna che comporta una desaturazione dell’ambiente facendo tornare, quello che prima dell’apertura della porta era un ambiente troppo saturo, all’interno del campo di esplosività.

Il corpo di Riva del Garda è intervenuto con undici vigili del fuoco e tre mezzi (autobotte, mezzo polisoccorso e fuoristrada). Sul posto era presente anche l’aliquota radiomobile dei carabinieri di Riva del Garda.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136