QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Riva del Garda: estorce soldi a futuro sposo, 23enne arrestata dai carabinieri

giovedì, 1 settembre 2016

Riva del Garda – Minaccia il futuro sposo, arrestata per estorsione. Il blitz dei carabinieri della Compagnia di Riva del Garda (Brescia), nel tardo pomeriggio di ieri hanno arrestato una donna per estorsione.carabinieri Riva del Garda estorsione

E’ di qualche giorno fa la denuncia di un 31enne di Mori, P.B., che lavora come impiegato presso una ditta di costruzioni di Riva del Garda, in cui raccontava che una sua amica, almeno così credeva prima di questa vicenda, con cui si era confidato su alcune scappatelle avute mentre stava organizzando il matrimonio, lo avrebbe minacciato di rivelare tutti i suoi segreti alla futura moglie, chiedendo in cambio 3mila euro per il suo silenzio.

Con la denuncia sono scattati gli accertamenti sulla ragazza, T.d.M. 23enne di Rovereto, incensurata, commessa in un locale di Riva del Garda. Sotto la direzione della Procura della Repubblica di Rovereto i carabinieri hanno assistito all’incontro tra la vittima e la persona che metteva in atto l’estorsione, avvenuto nel negozio dove lei lavora. Prima della consegna dei soldi un ultimo tentativo del ragazzo di farla desistere dai suoi propositi o avere quantomeno la certezza che quel pagamento sarebbe stato sufficiente per non aver problemi con la fidanzata, ma alle nuove minacce i soldi sono stati consegnati.

Lì è scattato l’arresto della barista, colta il flagranza di reato e subito condotta in Caserma. Dopo le formalità di rito è stata portato agli arresti domiciliari presso la propria abitazione. La ragazza non ha voluto chiarire il motivo del suo gesto, se legato a questioni economiche o di risentimento verso il ragazzo. La Procura ora dovrà convalidare l’arresto entro cinque giorni e poi decidere per un’eventuale misura cautelare a carico della giovane. I soldi, interamente recuperati, sono stati restituiti al futuro sposo, che potrà continuare ad organizzare la cerimonia fissata per la fine di dicembre.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136