QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Riva del Garda: 60enne in carcere per sfruttamento della prostituzione

lunedì, 1 settembre 2014

Riva del Garda – L’inchiesta è alle battuta iniziali, però lui – un uomo di sessant’anni – è finito in carcere con l’accusa di sfruttamento delle prostituzione minorile. Ricariche telefoniche, sigarette, pranzi e cene, oppure somme di denaro (dai 150 ai 250 euro) per le ragazze. Con queste esche – secondo la ricostruzione dei carabinieri di Riva del Garda – un sessantenne rivano avrebbe indotto otto minorenni (tra Riva, Arco e Tenno) a prostituirsi. L’uomo ora si trova agli arresti domiciliari con l’accusa di sfruttamento della prostituzione minorile.
Nell’ambito della stessa indagine, carabinieri bresciasono finiti in carcere anche un ventunenne cittadino albanese ed una ventunenne di Riva, accusati di aver estorto 20 mila euro al sessantenne. Secondo quanto accertato dai militari i due avrebbero filmato l’uomo durante gli atti sessuali con le minorenni e lo avrebbero così minacciato di divulgare il video se non avesse pagato.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136