Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Ritrovato sotto una valanga il corpo senza vita dello scialpinista disperso da ieri sul Piz Galin

sabato, 24 marzo 2018

Andalo – Le ricerche di Claudio Pallanch, 61enne, di Fai della Paganella, dipendente della Provincia di Trento, sono cominciate ieri notte verso le 22, dopo la chiamata al Numero Unico di Emergenza 112 da parte dei familiari che non lo hanno visto rientrare a casa dopo un’escursione con gli sci di alpinismo in solitaria sul Piz Galin. La macchina dell’uomo è stata trovata nel parcheggio Valbiole.

Il Coordinatore dell’Area operativa Trentino occidentale del Soccorso Alpino del Trentino ha fatto subito intervenire una squadra di terra con un quod per scandagliare la zona attorno al rifugio Montanara. Le ricerche sono proseguite fino a mezzanotte circa senza dare nessun esito.

Questa mattina la macchina dei soccorsi si è riattivata verso le 5, coinvolgendo una trentina di uomini dell’Area operativa Trentino occidentale e centrale e le unità cinofile. È stato richiesto l’intervento dell’elicottero, il quale durante un sorvolo ha individuato uno sci affiorare dalla neve. Sul posto gli uomini del Soccorso Alpino del Trentino hanno effettuato dei sondaggi e hanno trovato il corpo dell’uomo, purtroppo senza vita, sepolto da circa 1 metro di neve, appena sotto la cima del Piz Galin. La salma è stata recuperata e portata alla camera mortuaria di Molveno.

Il Soccorso Alpino del Trentino raccomanda a tutti gli scialpinisti massima prudenza e attenzione. Gli strati superficiali più recenti del manto nevoso si consolidano molto lentamente, specie in quota.

IL RICORDO DI CLAUDIO PALLANCH

“La notizia della scomparsa di Claudio Pallanch ci lascia sgomenti. È sempre un dolore quando una vita si spegne in montagna, lo è ancora di più pensando ad un collega. In questi casi le parole servono a poco ma sentiamo di poter portare a chi lo conosceva e gli ha voluto bene la vicinanza dell’Amministrazione e di tutta la comunità”. Questo il commento del presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi, appresa la notizia della morte di Claudio Pallanch, dipendente del Servizio gestione impianti della Provincia autonoma di Trento. Pallanch, residente a Fai della Paganella, risultava disperso da ieri sul Piz Galin ed è stato ritrovato senza vita sotto una valanga questa mattina dal Soccorso Alpino del Trentino. La salma è stata recuperata e portata alla camera mortuaria di Molveno.

 

 

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136