QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Richiedenti asilo, Bordonali sulla questione di Sulzano: “Fare chiarezza su subappalti”

mercoledì, 2 marzo 2016

Sulzano – “La Regione Lombardia ha chiesto controlli sanitari gia’ in altre realta’ dove erano sistemati gli aspiranti profughi: a Cremona, a Giussano, a Monza e in provincia di Bergamo. La questione di Sulzano pero’ e’ ben piu’ grave perche’, a quanto pare, c’e’ un giro di subappalti tra hotel su cui sarebbe bene fare chiarezza“. Lo ha detto l’assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali, in merito alle ispezioni igienico sanitarie a Sulzano (Brescia).bordonali

ACCELERARE PRATICHE
Ora il problema e’ un altro – ha aggiunto Bordonali – bisogna accelerare con le pratiche relative alle richieste di asilo e con le espulsioni dal territorio nazionale. Nel 2015, solo il 5 percento dei richiedenti asilo ha ottenuto lo status di rifugiato mentre i clandestini, tra non riconosciuti e irreperibili, rappresentano ben il 59 percento dei richiedenti“.

VIMINALE FACCIA ACCORDI BILATERALI
Pare strano inoltre come ad arrivare siano sempre uomini provenienti da Paesi che non sono in guerra. Invitiamo il Viminale – ha concluso Bordonali – a fare accordi bilaterali per consentire il rimpatrio di decine di migliaia di clandestini“.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136