QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Rapine e assalti in supermercati, la Polizia di Brescia ha arrestato tre persone

martedì, 31 maggio 2016

Brescia – La Polizia di Stato di Brescia ha arrestato tre persone, già conosciute alle forze dell’ordine. per una serie di rapine commesse nel capoluogo bresciano negli ultimi tre anni. L’attività degli agenti ha preso avvio da una rapina consumata presso un noto supermercato cittadino lo scorso 17 settembre, quando i tre hanno fatto irruzione all’interno dell’esercizio commerciale e, armi in pugno, hanno preso in ostaggio otto dipendenti rinchiudendoli all’interno di un magazzino. Il bottino della rapina fu di circa 15mila euro. I malviventi sono stati sottoposti a pedinamenti e intercettazioni, e sono risultati autori di altre rapine perpetrate sempre allo stesso modo, prendendo in ostaggio i dipendenti degli esercizi derubati.

Nello specifico: sono risultati autori della rapina del giugno 2015 presso un noto ristorante di Brescia, nell’ottobre 2015 all’interno di un supermercato e dei altri furti consumati presso vari negozi di articoli sportivi.

In carcere sono finiti Cristian Fregoni, 41 anni e Marco Manenti, 41enne, mentre è agli arresti domiciliari Mario Archetti, 35enne. Sono stati ritrovati gli indumenti usati dai tre durante i colpi in supermercati e negozi mentre non è stato recuperato il bottino delle rapine, in tutto circa 40 mila euro. Secondo quanto ricostruito dalla Polizia di Brescia e illustrato nel corso della conferenza stampa, il 41enne Marco Manenti quando è stato arrestato indossava la stessa felpa usata per una delle rapine.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136