QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Rapina e spaccio, tre arresti dei carabinieri nella Bassa Bresciana

martedì, 9 maggio 2017

Verolanuova – Operazione dei carabinieri della comparing di Verolanuova. Tre persone arrestate durante in controllo straordinario del territorio.

A Manerbio è stato arrestato un palermitano 41enne per detenzione illecita di sostanze stupefacenti perché dapprima colto mentre stava cedendo a un 53enne di Bassano Bresciano una dose di cocaina a fronte di un corrispettivo in denaro di 40 euro. A seguito di perquisizione del questi veniva trovato in possesso di altri 6 grammi circa di droga tra cocaina e hashish; trattenuto nelle camere di sicurezza di Verolanuova e condotto nella mattinata davanti al Tribunale di Brescia. Arresto convalidato.

A Ghedi è stato arrestato un italiano 28enne diu Bagnolo Mella perché ritenuto responsabile di una rapina commessa poco prima in quel paese ai danni di un cinese al quale strappava una banconota da 5 euro mentre questi la stava introducendo in un distributore automatico di sigarette. L’italiano si dava alla fuga ma, raggiunto immediatamente dal derubato, ingaggiava con quest’ultimo una colluttazione; riusciva ad allontanarsi entrando nel vicino supermercato Lidl dove veniva fermato da un equipaggio dei carabinieri che lo traeva in arresto. Trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma di Verolanuova veniva nella mattinata odierna condotto avanti al Tribunale di Brescia. Arresto convalidato.

A Pontevico, accertata l’identità dell’interessato, veniva infine data esecuzione, al termine delle attività di ricerca e rintraccio concluse a Mazzano, a una ordinanza di carcerazione per espiare la pena di 3 anni e 5 mesi per reati di droga, commessi alcuni anni addietro in provincia di Brescia, da un 50enne domiciliato nella frazione Molinetto di Mazzano. L’uomo è stato associato al carcere di Brescia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136