Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Rapina a Carpenedolo e controlli dei carabinieri nel Bresciano: il bilancio

domenica, 18 febbraio 2018

Carpenedolo - Venerdì sera scorso, a Carpenedolo, si è consumata una rapina impropria in cui un cinquantenne nigeriano, già noto alle forze dell’ordine, recatosi all’interno del supermercato NI-HAO di via Lodetti, si è appropriato di alcuni orologi del valore di circa 160 euro, occultandoli sotto al proprio giaccone. Alle rimostranze della titolare che si era accorta di quanto stava accadendo, ha reagito colpendola con un pugno nel tentativo di assicurarsi la fuga con il maltolto.

La pronta reazione della donna però, supportata dall’intervento di altro personale all’interno dell’esercizio e di alcuni clienti che dall’esterno dell’esercizio, hanno impedito la fuga del malvivente e l’immediato intervento dei carabinieri che, praticamente già sul posto, hanno immobilizzato e prelevato ed arrestato il reo. Il giorno successivo il malfattore è stato condotto in giudizio, ne è stato convalidato l’arresto e disposto l’obbligo di dimora in Casalmoro, in attesa del processo fissato per il 9 marzo. Nell’occorso, la cassiera ha riportato lesioni al braccio, guaribili in pochi giorni, e la refurtiva interamente recuperata e restituita.

CONTROLLI NEL BASSO GARDA

Questa notte i Carabinieri della Compagnia di Desenzano del Garda hanno effettuato numerosi controlli a carattere preventivo nelle zone della movida per garantire un fine settimana sicuro. Le attività condotte con il prezioso supporto della locale Tenenza della Guardia di Finanza e della Polizia Locale, per gli aspetti di competenza, che hanno visto l’impiego di oltre dieci militari hanno consentito di controllare una quarantina di autovetture e più di cento persone. A dieci di queste è stata contestata la violazione dell’ordinanza sindacale che vieta il consumo di bevande alcoliche in strada emanata dal sindaco di Desenzano del Garda.

I controlli eseguiti hanno anche permesso di segnalare alla locale Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti tre giovani ai quali sono stati sequestrati complessivamente circa due grammi si sostanze illegali.

È stato anche deferito in stato di libertà un senegalese ventenne che nel corso della serata precedente, all’interno di un pubblico esercizio in Lonato del Garda, aveva dato in escandescenze danneggiando con un bastone gli arredi del locale in cui si trovava e minacciato il personale di servizio.

car

SERVIZIO COORDINATO

Nella notte tra il 17 ed il 18 Febbraio durante servizio coordinato finalizzato a contrastare il fenomeno di abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti nei luoghi di aggregazione giovanile, nonché guida in stato di alterazione psico-fisica dovuto all’abuso di alcool e stupefacenti il Comando della Compagnia Carabinieri di Verolanuova mediante l’utilizzo di 15 pattuglie, 1 unità cinofila (complessivi 32 militari) e la collaborazione della Polizia locale di Ghedi con tre pattuglie (sette uomini), ha effettuato mirati controlli in Ghedi nei luoghi di aggregazione giovanile e sulle principali vie di scorrimento: SS45Bis, SP668 e la Quinzanese SP9.

Il grande impatto del servizio è stato dovuto anche alla emanazione di una apposita ordinanza da parte del sindaco di Ghedi per limitare l’uso delle bevande alcoliche in alcune aree cittadine a seguito di ripetute segnalazioni di spiacevoli episodi legati all’uso e all’abuso di superalcolici . L’ordinanza ha permesso alle forze dell’Ordine, Carabinieri e Polizia Locale, di operare per il contenimento del fenomeno evitando pertanto situazioni di pericolo per la cittadinanza e situazioni di degrado urbano connesso all’abbandono di bottiglie e lattine varie.

Il servizio coordinato in complessivamente permetteva di sottoporre a controllo 220 persone e 95 veicoli ed ottenere considerevoli risultati. Complessivamente sono state segnalate cinque persone per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti di cui due in stato di fermo in attesa delle determinazioni della autorità giudiziaria. Quattordici persone sono state inoltre segnalate alla Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti. Quattro i soggetti denunciati per porto di armi e oggetti atti ad offendere con il sequestro di due bastoni e due coltelli. Complessivamente sono stati sequestrati 60 grammi di Speed anfetamine, 20 grammi di “marijuana”,  27 grammi di “hashish” e 2 grammi di “cocaina”, 8 pasticche di MDMA, un flacone di Popper e 750 euro provento di spaccio.

In ottemperanza all’ordinanza comunale n.13 del 15 feb 18 in tema di sicurezza urbana con divieto di consumo di bevande alcoliche sono inoltre state sequestrate 60 bottiglie bevande alcoliche e sanzionate 25 persone per complessivi 1250 euro.

Infine sono state elevate 9 contravvenzioni al Codice della Strada con il contestuale ritiro di cinque patenti per violazione dell’art. 186 del Codice della Strada.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136