QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ragazzo curdo deceduto, Kompatscher e Stocker colpiti dalla tragedia

lunedì, 9 ottobre 2017

Bolzano – Kompatscher e Stocker si dicono “molto colpiti” dalla tragedia del ragazzo curdo deceduto a Bolzano. Annunciata un’attenta verifica del caso.

Il presidente della Provincia Arno Kompatscher e l’assessora alla salute e alle politiche sociali Martha Stocker si dichiarano “molto colpiti” dalla scomparsa di Adan, ragazzo 13enne curdo deceduto all’ospedale di Bolzano nella notte fra sabato e domenica. Kompatscher e Stocker parlano di “drammatica vicenda umana” e si stringono ai familiari del ragazzo in questo momento di grande dolore. “Assieme al Comune, al Commissariato del governo e all’Azienda sanitaria avvieremo tutte le verifiche necessarie a capire i motivi che hanno portato a questo tragico evolversi della situazione”, sottolineato Arno Kompatscher e Martha Stocker. Il ragazzo curdo, originario di Kirkuk in Iraq, era giunto con la sua famiglia da pochi giorni in Alto Adige dopo che la richiesta di asilo era stata respinta dalla Svezia. Adan soffriva di distrofia muscolare, un’autopsia chiarirà nel dettaglio le cause del decesso.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136