Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Raffica di arresti e denunce dei carabinieri nel Bresciano

lunedì, 7 ottobre 2019

Desenzano del Garda – Un intenso fine settimana da parte dei carabinieri del comando provinciale di Brescia e anche di Desenzanop, Roè Volciano e Limone del Garda.

Rapina fuori dalla sala giochi: un arresto

I carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Desenzano del Garda ieri sera hanno rintracciato e sottoposto a fermo di indiziato di delitti un cittadino marocchino, in Italia senza fissa dimora, autore di una rapina commessa nella città lacustre lo scorso 30 settembre. La rapina è avvenuta poco dopo la mezzanotte, le vittime sono una coppia, appena uscita da una sala giochi. Il malvivente li armato di una grossa cesoia da giardinaggio, li minacciava costringendo la donna a consegnare la propria borsetta che tuttavia conteneva, oltre ad un vecchio telefono cellulare, solo effetti personali e qualche spicciolo. Forse deluso per il magrissimo bottino il rapinatore con non poco spirito d’iniziativa escogitava uno stratagemma che, quantomeno nelle sue intenzioni, avrebbe dovuto risollevare la serata.

Sfruttando evidentemente i documenti della signora risaliva all’abitazione della coppia dove si presentava un paio d’ore dopo il colpo messo a segno in precedenza e chiedeva 50 euro per la restituzione della borsetta rapinata. Al rifiuto della coppia e avvisato che erano già stati allertati i Carabinieri restituiva la borsetta e fuggiva facendo perdere le proprie tracce, almeno per il momento.

I Carabinieri infatti si sono messi subito al lavoro passando al setaccio le immagini dell’impianto di videosorveglianza del locale e di tutte le telecamere disponibili nell’area di interesse sino a giungere alla identificazione del rapinatore, anche attraverso la preziosa e dettagliata testimonianza delle vittime.

L’incauto rapinatore, fra l’altro irregolare sul territorio nazionale e con due provvedimenti di espulsione da eseguire, è stato quindi rintracciato nell’abitato di Desenzano e fermato. Il Giudice per le indagini preliminari ha convalidato l’atto e disposto la custodia in carcere.

Rapina in discoteca; denunciato
I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Salò hanno denunciato in stato di libertà un 19enne senegalese residente a Prevalle. Il giovane si era reso responsabile del furto con strappo della collana d’oro di un coetaneo all’interno di una discoteca del luogo. La vittima individuato il responsabile del furto gli ha immediatamente chiesto la restituzione ma il giovane senegalese lo ha spintonato per guadagnare la fuga, nel frattempo erano stati allertati i Carabinieri che individuato il giovane lo bloccavano prima che riuscisse a confondersi tra la folla e abbandonare il locale.

Controlli sul lungolago: 2 arresti e 5 denunce
I carabinieri di Limone sul Garda, durante il weekend hanno effettuato intensi controlli sul territorio in particolare sul lungo lago Marconi al fine di permettere una libera e tranquilla fruizione da parte dei cittadini e dei numerosi turisti. I militari hanno denunciato cinque 20enni romeni senza fissa dimora trovati a molestare turisti e residenti al fine di raccogliere offerte di denaro per fantomatiche opere di beneficenza.

I militari hanno poi tratto in arresto 2 20nni romeni responsabili di furto con destrezza ai danni di una 42nne turista tedesca. I due impossessatisi del portafogli della donna si sono dati alla fuga ma sono stati raggiunti dai militari avvisati dal negoziante.

Sottoposti a rito direttissimo il Giudice ha convalidato l’arresto e disposto la custodia presso la Casa circondariale di Brescia.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136