QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Quinzano d’Oglio, coltivazione di marijuana in casa: arrestata dai carabinieri coppia bresciana

lunedì, 3 ottobre 2016

Quinzano d’Oglio - A Quinzano D’Oglio (Brescia), nel quadro di una specifica attività investigativa, personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Verolanuova ha arrestto due persone, di nazionalità italiana, colte in flagranza del reato di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti. Si tratta di V.A., 38enne, commesso, e della convivente F.I., 31enne, casalinga.

carabinieri-verolanuova-1

Nella circostanza, al culmine di appositi servizi di osservazione protrattisi per diversi giorni, i militari operanti accedevano all’interno della proprietà dei suddetti rinvenendo, in un fondo agricolo recintato adiacente all’abitazione, 70 piante di marijuana di varie dimensioni che, estirpate, risultavano pesare circa 220 chili. La successiva perquisizione dell’abitazione e delle sue pertinenze consentiva di rinvenire 270 grammi di hashish e 93 grammi di marijuana pronta per l’uso; individuare due locali ricavati in solaio e nel garage e adibiti a rudimentali laboratori per l’essicazione ed il confezionamento della marijuana, con tanto di lampade alogene, una cappa di aspirazione con relativi filtri, numerosi sacchi di fertilizzante e alcune bilance elettroniche di precisione, tutto sottoposto a sequestro unitamente ad altre 13 piante in essicazione ricche di inflorescenza, nonché’ altro materiale corroborante l’ipotesi dell’ illecita attività.

L’operazione è stata portata a termine grazie al contributo fornito dal Comando 6° Stormo dell’Aeronautica Militare di Ghedi (Brescia) che nel corso dei consueti voli di ricognizione e addestramento aveva localizzato la piantagione. Gli arrestati sono stati portati nella giornata odierna dinanzi al Tribunale Ordinario di Brescia che, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto per entrambi la custodia cautelare in carcere.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136