QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Prevenzione valanghe ad Aprica, multati quattro maestri abusivi a Livigno

lunedì, 6 marzo 2017

Aprica – Sicurezza sulle piste e multe per l’abusivismo dei maestri di sci. Prosegue l’offensiva delle forze dell’ordine sulle piste di sci della Valtellina: nella località delle Orobie Valtellinesi lezione della Polizia di Stato, mentre a Livigno sono stati scoperti e multati dai carabinieri quattro maestri di sci abusivi.

I carabinieri della località del Piccolo Tibet, in  servizio di vigilanza sulle piste del comprensorio Carosello 3000, durante i numerosi controlli, hanno accertato la pratica dell’insegnamento dello sci da parte di maestri non in regola e multato quattro presone, prive di autorizzazione. Si tratta di stranieri: due belgi, uno danese e uno di nazionalità polacca.

I militari della stazione di Livigno, che fanno parte della Compagnia di Tirano, hanno accertato l’attività dei quattro stranieri e li hanno multati con mille euro. L’attività investigativa ha preso le mosse dalle denunce ricevute da alcune Scuole di Sci del territorio che hanno lamentato il crescente fenomeno dell’abusivismo dei maestri di sci stranieri, non autorizzate all’insegnamento sulle piste in Italia.

PREVENZIONE VALANGHE Polizia piste

La Polizia di Stato, impegnata nell’attività di Soccorso e Sicurezza in montagna, nel Comprensorio sciistico dell’Aprica, ha effettuato controlli mirati a tutelare gli sciatori in fuoripista, dai pericoli connessi alle valanghe, in considerazione del livello di rischio 3. In particolare i poliziotti hanno verificato che gli sportivi fossero in possesso del materiale previsto per il freeride e cioè gli appositi sistemi elettronici di segnalazione e ricerca, in particolare Arva, nonché di pala e sonda.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136