QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ponte di Pasqua con numerose operazioni dei carabinieri in Valtellina tra droga, infrazioni stradali e altri reati

martedì, 18 aprile 2017

Morbegno – Lavoro nelle festività pasquali per i carabinieri del Comando Provinciale di Sondrio che hanno intensificato i propri servizi preventivi volti al contrasto della diffusione di stupefacenti e dei furti e al controllo della circolazione stradale.

CARABINIERI LARGEPREVENZIONE A SPACCIO DI DROGA
Un 45enne di Mese è stato tratto in arresto dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile e della Stazione di Campodolcino dopo che, fermato per un controllo sulla Provinciale 2 Trivulzia, è stato trovato in possesso di circa 6 grammi di hashish e 2 di marijuana.

La perquisizione è stata estesa anche all’abitazione dell’uomo: trovati 8 grammi di eroina, 1 flacone di metadone e semi di canapa indiana che, insieme ad un bilancino e al materiale per il confezionamento di dosi, non hanno lasciato dubbi sul fatto che lo stupefacente non fosse destinato solo all’uso personale ma anche l’uomo avesse avviato un’attività di spaccio. Per lui sono scattate le manette con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Cinque (due 22enne, un 45enne, una 23enne e una 44enne) persone sono state segnalate alla Prefettura di Sondrio perché trovati in possesso di sostanze stupefacenti. In totale sono stati sequestrati sette grammi di hashish, uno di cocaina e due di eroina.

SICUREZZA ALLA GUIDA
Nel corso dei controlli alla circolazione stradale, sono stati tre i soggetti trovati alla guida del proprio veicolo in stato di alterazione dovuto all’assunzione di stupefacenti e sei sono stati quelli che, sottoposti al test dell’etilometro, sono risultati in stato di ebbrezza alcolica. Per tutti, ritiro della patente, sequestro del veicolo e denuncia all’Autorità Giudiziaria.

ALTRE OPERAZIONI
Ad Andalo Valtellino, una donna originaria nel Lecchese è stata tratta in arresto con l’accusa di resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale in quanto, dopo essersi rifiutata di lasciare il locale pubblico dove si tratteneva oltre l’orario di chiusura, ha aggredito i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Chiavenna intervenuti su richiesta dei titolari del locale.

A Morbegno, i militari della locale stazione hanno denunciato in stato di libertà una donna di Chiuro, 48enne, censurata, che aveva asportato alcuni fiori esposti per la vendita. La refurtiva, del valore di 250 euro, è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario. Sempre a Morbegno: denunciato un 52enne del posto, gravato da precedenti di polizia, per inosservanza delle prescrizioni della sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza, essendosi allontanato dal proprio domicilio, violando gli obblighi imposti dalla misura di prevenzione. Denunciato dai carabinieri anche un 41enne indiano, residente a Cosio Valtellino, censurato, perché, mentre era all’interno della sala d’aspetto del Pronto Soccorso dell’Ospedale, ha asportato le chiavi dell’auto di un cittadino locale, recuperate e restituite all’avente diritto.

Infine, a Berbenno, i militari hanno denunciato una donna di Cosio, 54 anni, che aveva asportato dal centro commerciale Iperal di Castione abbigliamento, recuperato e restituito, per un valore di 100 euro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136