Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Ponte di Legno, scoperto bracconiere con carcasse di ungulati

mercoledì, 28 novembre 2018

Ponte di Legno – Nuovo blitz della Polizia Provinciale di Brescia che ha scoperto un nuovo caso di bracconaggio nei pressi di Ponte di Legno (Brescia). Gli agenti lo tenevano sotto contro e al controllo è stato trovato con carcasse di un cervo e capriolo.
In questo periodo gli agenti tengono sotto osservazione le valli, per battute di caccia in giorni non consentiti, oppure per controlli di tesserini e veicoli.

L’ultimo atto di bracconaggio è stato accertato in Valle Camonica: trovate a Ponte di Legno dalla polizia provinciale di Brescia le carcasse di un capriolo, un cervo su una jeep di un cacciatore della zona. Secondo i dati della Polizia provinciale durante il solo mese di novembre sarebbero stati tredici gli ungulati uccisi.

Nella scorsa settimana in Val Trompia e in Val Sabbia, tre persone erano state denunciate e recuperati 175 esemplari di uccelli protetti, tra questi peppole, fringuelli, scriccioli, passere scopaiole e ben 134 pettirossi. Sequestrati un centinaio di archetti, due fucili con 45 munizioni ed un richiamo elettromagnetico. Una quindicina di richiami vivi (frosoni, lucherini, peppole e fringuelli) portati al Centro di recupero.

Invece al confine tra la Valle Camonica, l’Alto Sebino e la Val Cavallina tre giovani bracconieri sono stati sorpresi di notte, con un potente faro e carabine di grosso calibro all’interno di una oasi di protezione e ripopolamento e sono scattate denunce penali e sequestri di armi e munizioni. Si tratta di due giovani camuni di Artogne e Berzo Inferiore, e un 18enne di Rogno: tutti bloccati dagli agenti della Polizia Provinciale di Bergamo durante un controllo notturno.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136