Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Pisogne: false visite domiciliari per maggiori indennità, la Finanza denuncia due medici

lunedì, 13 febbraio 2017

Pisogne – Nel corso di un ordinario controllo in materia di spesa sanitaria nei confronti di uno studio medico associato operante nel Sebino, i militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Pisogne hanno individuato nr. 2 medici (L. G. di anni 54 di Corte Franca e A. P. di anni 52 di Iseo) che falsificavano i documenti attestanti le visite a domicilio presso i loro assistiti con lo scopo di percepire maggiori indennità.guardia-finanza

In particolare, le Fiamme Gialle pisognesi, al termine dell’ispezione, hanno riscontrato le false comunicazioni di due medici che, tra gennaio 2014 e settembre 2015, hanno rappresentato falsamente all’Agenzia di Tutela Salute della Regione Lombardia di avere effettuato 50 visite a domicilio.

Le illecite condotte, stigmatizzate dalle Fiamme Gialle, anche a seguito delle molteplici testimonianze rese dai familiari dei malati, sono state realizzate al fine di ottenere compensi aggiuntivi a quelli ordinari, solitamente spettanti ai medici che prestano assistenza sanitaria sul territorio nazionale (“assistenza domiciliare programmata”) verso assistiti non trasportabili. I due professionisti sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per indebite percezioni di erogazioni a danno dello Stato.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136