Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Pisogne: addio a Gianfranco Botticchio, segretario Spi Cgil

martedì, 5 maggio 2020

Pisogne -  Addio a Gianfranco Botticchio, segretario Lega Spi Cgil di Pisogne (Brescia), un riferimento per il Sebino e la Bassa Valle Camonica. Infatti la Lega Spi Cgil di Pisogne comprende anche i Comuni di Marone, Zone e Piancamuno.

Nato a Costa Volpino (Bergamo), 75 anni fa, sposato dal 1951, Gianfranco Botticchio ha iniziato l’attività lavorativa con alcune esperienze in fabbriche dell’Alto Sebino e anche in Svizzera. Nel 1971 è stato assunto all’allora Italsider di Lovere (Bergamo), delegato nel 1980 e successivamente ha ricoperto il ruolo come delegato alla sicurezza. Nel 1987 ha iniziato il coinvolgimento diretto con il patronato Inca gestendo le sistemazioni contributive assicurative Inps dei lavoratori. Poi su richiesta della Cgil e dell’Inca, nell’ambito di organizzare la presenza sul territorio Camuno-Sebino, Gianfranco Botticchio è stato collocato in distacco e aspettativa sindacale con il compito di gestire numerosi recapiti del patronato nei Comuni del Basso Sebino. Ha intrattenuto rapporti con gli enti previdenziali Inps e Inail per la trattazione delle domande di pensione, infortuni, malattie professionali e quelle relative invalidità civile e handicap.

Gianfranco Botticchio PisogneTanti i messaggi di cordoglio giunti alla famiglia appena si è diffusa la notizia della morte di Gianfranco Botticchio (nella foto) e in tanti – purtroppo l’emergenza Covid-19 non lo permette – avrebbero partecipato all’ultimo viaggio del segretario della Lega Spi Cgil di Pisogne.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136