QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pirata individuato dai carabinieri di Quinzano d’Oglio: controlli e raffica di denunce sulle rive del Garda

sabato, 19 dicembre 2015

Quinzano d’Oglio – Preso pirata della strada e controlli sull’intero territorio Bresciano da parte dei carabinieri. I carabinieri di Quinzano d’Oglio, al termine delle indagini hanno individuato e deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Brescia un 53enne residente a Quinzano d’Oglio, resosi responsabile dei reati di lesioni personali colpose, fuga in caso di incidente con danni alle persone ed omissione di soccorso alle persone ferite.

Le indagini esperite permettevano di accertare chel’uomo, il 6 dicembre alle 19 circa, alla guida della propria autovettura, nel percorrere via Matteotti nel Comune di Quinzano d’Oglio, tamponava altra autovettura Fiat Panda, condotta da una 50enne residente a Quinzano d’Oglio. Il conducente del primo veicolo, senza fermarsi, riprendeva la marcia, allontanandosi velocemente, mentre la vittima e la figlia che si trovava in macchina con la madre, riportavano rispettivamente una distorsione del rachide cervicale ed una distorsione cervicodorsale. carabinieri

I carabinieri rinvenivano poi infatti in altro luogo del paese, una autovettura Renault Clio, di colore bianco, intestata all’uomo, che presentava evidenti danni nella parte anteriore della carrozzeria e la mancanza del paraurti anteriore; il proprietario del veicolo, messo alle strette davanti all’evidenza dei fatti, ammetteva le proprie responsabilità, senza fornire nessuna valida giustificazione sulla sua condotta.

 CONTROLLI SUL GARDA

I carabinieri della Compagnia di Salò, con l’approssimarsi delle festività, hanno intensificato il controllo del territorio rivolgendo una particolare attenzione al contrasto dei reati contro il patrimonio.

In tale ottica sono stati disposti specifici controlli alla circolazione stradale per intercettare malintenzionati che, approfittando della maggior presenza di denaro presso esercizi commerciali, istituti di credito od uffici postali ovvero della temporanea assenza per vacanze di alcuni cittadini, avessero preventivato scorribande nella zona rivierasca o della Val Sabbia.

Nella mattinata odierna è intervenuto in supporto delle pattuglie, in particolare nella più sensibile zona della Valtenesi, un elicottero del Nucleo carabinieri  di Orio Al Serio che ha fornito un prezioso ausilio al controllo delle varie arterie stradali.

Questa mattina, nel corso del controllo di alcuni soggetti sospettati di essere dediti a traffici illeciti i carabinieri del N.O.R.M. di Salò e della stazione di Gavardo hanno denunciato in stato di libertà per furto e ricettazione un pensionato 60enne di Polpenazze.

A casa dell’uomo ed in un capanno di sua pertinenza ubicato in Muscoline, anche con la collaborazione della Polizia Locale Intercomunale di Polpenazze, è stato trovato un vero e proprio “supermarket del furto”.

In particolare l’uomo denunciato sorpreso presso la propria abitazione e garage di pertinenza, con diversi elementi di controsoffittatura in legno – boiserie intarsiate risalenti al 1600 rubate nella serata del 14 dicembre presso Villa del Serraglio (di proprietà Comunale) di Toscolano Maderno e nei confronti del quale sono emerse responsabilità in ordine al furto in questione, è stato trovato in possesso di diverso materiale che si ritiene di origine illecita tra questi un motociclo Quad rubato a Manerba del Garda, 24 decespugliatori, 1 tagliarami, 6 soffiatori per foglie, 12 motoseghe, 8 martelli pneumatici, 6 tagliaerba, 1 gruppo elettrogeno, 1 aspiratore, 3 condizionatori, 2 motozappe, diversi pezzi di antiquariato (spalliere, credenze, pendoli).

Ma le sorprese per i Carabinieri di Gavardo e per la Polizia Intercomunale di Muscoline – Calvagese della Riviera, intervenuta in collaborazione, non sono finite qui tanto è vero che presso il capanno di proprietà dell’indagato sono stati rinvenuti un furgone rubato, diverse motociclette d’epoca rubate, un motociclo quad, una moto d’acqua, un trattorino tagliaerba ed addirittura un carrello per trasporto cavalli.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136