QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Piantedo: 71enne perde la vita in un dirupo

domenica, 11 settembre 2016

Piantedo –  Un uomo di 71 anni di Colico, M.G. le iniziali, ha perso la vita in un dirupo nella zona di Piantedo. Era uscito ieri mattina in cerca di funghi. Il suo rientro era previsto per il pomeriggio ma i familiari, a causa del ritardo, si sono allarmati e hanno chiesto aiuto. elisoccorsoLe ricerche sono partite nel tardo pomeriggio di ieri, verso le 18:30, e proseguite anche durante la notte. Impegnate circa 120 persone, di cui 70 tecnici del CNSAS Lombardo (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico); presenti anche due UCRS (Unità cinofile da ricerca in superficie) e i tecnici coordinatori di ricerca del Soccorso alpino, specializzati nella gestione di operazioni complesse nell’ambito della ricerca di persone disperse. Sul posto anche Guardia di Finanza, Carabinieri, Vigili del fuoco e protezione civile. Sono stati rinvenuti dei bastoncini da montagna appartenenti alla persona dispersa e questo ha reso possibile circoscrivere la ricerca a un’area più ridotta. soccorso-alpino-cnsas

All’alba è arrivato l’elicottero per una ricognizione dall’alto, che ha permesso di localizzare il corpo dell’uomo, senza vita, in fondo a un dirupo, in una zona boscosa e molto impervia, in località Pian delle ciliegie, a circa 850 metri di quota. L’eliambulanza del 118 di Como ha recuperato la salma, portata nella camera mortuaria dell’ospedale di Morbegno. Si è trattato di un intervento complesso, in cui è stata fondamentale la collaborazione tra le diverse forze in campo. Trattandosi inoltre di un intervento avvenuto al confine delle zone di competenza delle Delegazioni CNSAS di Valtellina – Valchiavenna e Lariana, è stato molto importante il coordinamento tra le diverse Stazioni intervenute (Morbegno, Dongo, Valsassina, Lecco e Lario Occidentale). Le frequenti esercitazioni, anche congiunte, alle quali i soccorritori del CNSAS sono periodicamente tenuti a partecipare, permettono di operare in sinergia e di aumentare le probabilità di portare a termine un intervento in modo positivo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136