QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Passo Gavia: 4,5 milioni di euro da Regione Lombardia per la messa in sicurezza della frana Ruinon

venerdì, 18 novembre 2016

Sondrio – “Grazie alle economie della Legge regionale Valtellina, che, tra l’altro, stanzia fondi destinati ad interventi su strade, infrastrutture e piani di riassetto idrogeologici, 4,5 milioni andranno a finanziare la realizzazione di una galleria artificiale a protezione della Strada provinciale 29 del ‘Passo del Gavia’, nell’area della frana del Ruinon di Valfurva: una soluzione risolutiva, che permettera’ la messa in sicurezza della strada interessata assiduamente dal pericolo di colate di materiale detritico e di fenomeni franosi, che hanno piu’ volte costretto negli ultimi anni alla chiusura della stessa SP 29″. paroloLo dichiarano Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Citta’ metropolitana, e Ugo Parolo (foto), sottosegretario alla Presidenza con delega ai Rapporti con il Consiglio regionale, Politiche per la Montagna, Macroregione Alpina (Eusalp), ai Quattro Motori per l’Europa e alla Programmazione negoziata, commentando la delibera regionale approvata oggi, con la quale la Giunta regionale ha approvato la proposta per il finanziamento di una galleria artificiale a completamento delle opere gia’ programmate a mitigazione della SP 29 del Gavia.

INTERVENTO RISOLUTIVO
“Sono molto soddisfatto – commenta il sottosegretario Parolo – di come sia stata gestita tempestivamente la situazione. La messa in esercizio della galleria, i cui costi di gestione saranno inseriti nella manutenzione ordinaria stradale, permettera’ di proteggere la Strada Provinciale da colate detritiche e di non ricorrere piu’ alla chiusura della strada, provocando non pochi disagi alle comunita’ locali. Inoltre, la sua realizzazione non implichera’ un particolare impatto visivo che possa creare discontinuita’ paesaggistica”. “Ora che il progetto e’ stato validato e approvato anche dall’Esecutivo di Regione Lombardia – continua Parolo – occorre, in tempi rapidi e certi, procedere all’appalto e alla sua realizzazione”.

FRUTTO DI ATTENTO LAVORO
“Questo percorso – sottolinea Viviana Beccalossi – e’ frutto di continue verifiche del territorio interessato e di un attento lavoro condiviso durante i Tavoli tecnici organizzati durante gli scorsi mesi presso l’Ufficio territoriale Montagna di Sondrio, che hanno visto il pieno coinvolgimento delle Direzioni generali regionali ‘Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione’, ‘Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo’, ‘Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile’, della Provincia di Sondrio, della Prefettura di Sondrio, di Arpa Lombardia, del Comune di Valfurva e della Comunita’ Montana Alta Valtellina e con l’interlocuzione col Parco dello Stelvio”.

IMPEGNO MANTENUTO
“Poche sere fa – conclude Ugo Parolo – di fronte a tutti i cittadini di Valfurva e insieme agli amministratori locali e alla Provincia, abbiamo assunto l’impegno di reperire i soldi per realizzare questi interventi pressoche’ risolutivi per la messa in sicurezza della strada. Siamo stati prudenti, ipotizzando il finanziamento nel 2017. Abbiamo mantenuto l’impegno prima del previsto e questo grazie alla piena sintonia e alla collaborazione con la Direzione ‘Territorio’ di Regione Lombardia e, in particolare, grazie all’attenzione dell’assessore Viviana Beccalossi”.

PIANO DIFESA SUOLO
Il finanziamento dell’intervento a protezione della SP29, rientra nell’ambito del ‘Piano per la difesa del suolo e il riassetto idrogeologico della Valtellina e delle adiacenti zone delle province di Bergamo, Brescia, Como’ e interessera’ il Passo del Gavia, in Valfurva, che funge da fondamentale collegamento tra la provincia di Sondrio e la provincia di Brescia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136