Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


“Pasqua sicura” nel Bresciano, controlli dei carabinieri e una denuncia

lunedì, 2 aprile 2018

Chiari – Nell’ambito dei servizi preventivi predisposti per assicurare una Pasqua sicura i carabinieri della Stazione di Chiari sono intervenuti su richiesta di una donna che denunciava di avere ricevuto pesanti minacce dall’ex convivente per motivi riconducibili al cessato rapporto. La donna scossa e visibilmente preoccupata ha riferito che l’ex convivente, detentore di numerose armi, era intenzionato a usarle contro di lei. I Carabinieri, mentre hanno raccolto la deposizione, hanno predisposto immediate ricerche e un presidio a protezione della donna. Dopo pochi minuti hanno intercettato, nei pressi del locale pubblico dove si trovava la donna, l’autovettura con a bordo l’ex convivente. Sottoposto a perquisizione i militari hanno rinvenuto all’interno del mezzo una pistola semiautomatica con il colpo in canna che è stata prontamente sequestrata. Successivamente i militari hanno fatto visita all’abitazione dell’uomo dove rinvenivano ulteriori armi, tutte regolarmente detenute, che sono state ritirate in via cautelativa.

PASQUA SICURA

Gli oltre cento militari impiegati nell’arco del fine settimana hanno proceduto al controllo di più di 400 persone e 150 veicoli con particolare attenzione alle zone lacustri prese d’assalto dai turisti. In particolare durante uno di questi controlli la Compagnia di Salò ha identificato un soggetto destinatario di una misura restrittiva emessa dall’autorità giudiziaria montenegrina procedendo al suo fermo in attesa dell’estradizione. Inoltre ha controllato nelle zone della movida numerosi giovani segnalandone 4 quali consumatori di sostanze stupefacenti. Nell’ovest bresciano e nella bassa sono stati controllati tre soggetti risultati destinatari di misure restrittive emesse dall’autorità giudiziaria per reati contro il patrimonio.

Non è stata comunque tralasciata la sicurezza della città semivuota in questi giorni di festa vigilata con dispositivo rafforzato anche attraverso l’utilizzo dell’Aliquota di Primo Intervento che ha vigilato su tutti gli obiettivi sensibili.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136