Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Operazioni e controlli dei carabinieri di Sondrio: due arresti e numerose denunce

lunedì, 12 febbraio 2018

Ponte in Valtellina – Negli ultimi giorni, serie di operazioni e controlli dei carabinieri di Sondrio: ecco i bilancio. I carabinieri di Ardenno hanno denunciato per danneggiamento a seguito di incendio doloso e danneggiamento di autovettura B.P., 45enne della zona. Nella notte, per rancori covati nei confronti dell’amico proprietario dei beni, ha dato a fuoco le due strutture e ha danneggiato la carrozzeria della macchina del conoscente. In poco tempo i carabinieri sono riusciti a ricostruire la dinamica dei fatti e a ottenere la conferma dei loro sospetti proprio dal soggetto che ha ammesso le sue responsabilità.

carabinieri 1Un 60enne della zona, fermato dei carabinieri di Ponte in Valtellina alla guida della sua macchina di grossa cilindrata, risultato positivo ad un controllo etilometrico e per tale ragione, è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza e la patente di guida ritirata.

Ancora i carabinieri di Ponte in Valtellina hanno denunciato una 35enne residente nel napoletano per falsificazione di monete/carte pubblico credito e ricettazione, la qualequalche mese prima, dopo aver rubato dalla corrispondenza del denunciante un assegno, lo ha contraffatto incassandone in banca la somma di 330 euro.

I carabinieri di Morbegno hanno denunciato per truffa il titolare di una società di telefonia. L’uomo residente nel varesotto aveva messo su un sito internet l’inserzione per la vendita di un cellulare; è stato contattato da una studente sondriese che a dicembre ha versato i 350 euro per l’acquisto del cellulare mai recapitato.

I carabinieri di Sondrio hanno denunciato per furto la donna che pochi giorni fa è riuscita a rubare un portafogli da una borsa lasciata incustodita all’interno di un negozio. Massima sorpresa per la ladra quando si è resa conto non solo della facilità con cui è riuscita a commettere il furto ma anche che questo è stato estremamente fruttuoso avendo trovato, all’interno del portafoglio, mille euro in contanti. Dopo l’attività d’indagine, i militari, sono riusciti a identificare la donna e a denunciarla.

Sempre i carabinieri di Sondrio, giovedì sera hanno arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, B.P. sondriese disoccupato. L’uomo è stato raggiunto da un ordine di carcerazione dovendo scontare in carcere una pena di circa 6 anni per vari reati commessi nel tempo.

I carabinieri di Morbegno venerdì sera hanno arrestato per furto in flagrante D.L. disoccupato 38enne morbegnese che, appena uscito da un negozio del centro cittadino, ha incontrato i militari, impegnati in attività di vigilanza sul territorio. L’uomo, conosciuto alle Forze dell’Ordine, è stato sottoposto ad un controllo a causa del suo atteggiamento fortemente sospetto. I carabinieri gli hanno rinvenuto addosso alcuni capi d’abbigliamento per un valore di 300 euro circa, poco prima trafugati da un negozio d’abbigliamento. Mentre la merce è stata restituita ai proprietari, che non si erano neanche accorti del furto appena subito, l’uomo è stato, invece, arrestato per furto.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136