QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Operazione “Sotto scorta”, i carabinieri di Sondrio hanno sgominato gang moldava: sei arresti per furti

venerdì, 11 novembre 2016

Sondrio – Una gang di giovani moldavi, specializzata in furti, che agiva in tutto il Nord Italia è stata arrestata dai carabinieri del comando provinciale di Sondrio. L’operazione “Sotto scorta” è stata portata a termine nelle ultime ore e – secondo quanto ricostruito in conferenza stampa dal comandante provinciale di Sondrio e dal Procuratore della Repubblica, oltre che dagli investigatori – la gang è accusata di 46 furti, di cui 24 messi a termine in Valtellina. In particolare: sono stati effettuati colpi in negozi, aziende ed esercizi commerciali tra Livigno, Bormio, Aprica, Teglio, Berbenno, Morbegno e Castione.

I militari del comando provinciale di Sondrio e del reparto operativo di Sondrio in collaborazione con altri comandi provinciali hanno indagato per quasi un anno e recuperato refurtiva, in particolare computer, biciclette, sigarette, registratori di cassa, profumi, per quasi un milione.

bici carabinieri 1

I carabinieri del nucleo investigativo di Sondrio, insieme ai colleghi di Milano, Padova, al Ris di Parma e all’Interpol, hanno identificato la banda composta da sei giovani moldavi: tre sono stati arrestati tra Milano e Busto Arsizio (due sono in carcere e uno ai domiciliari), gli altri tre si trovano in Moldavia (dove uno è in libertà vigilata per un reato commesso in quel paese) e sono in corso le procedure per estradarli.

I dati dell’attività investigativa sono imponenti: i carabinieri hanno passato al setaccio più di 300mila targhe, un milione di telefonate e le immagini del sistema di video sorveglianza. Utili alle indagini le analisi del Dna su mozziconi di sigarette lasciati vicino alle abitazioni dove avevano compiuto dei colpi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136