QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Operazione “Principe”: la Finanza di Brescia sequestra immobili e beni per un milione

lunedì, 6 luglio 2015

Brescia – Altro blitz della Finanza. Nell’ambito dell’operazione “Principe” della Guardia di Finanza di Brescia, avviata lo scorso settembre, gli uomini del G.I.C.O. del Nucleo di polizia tributaria avevano arrestato 15 persone in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare per associazione a delinquere finalizzata alla commissione di reati fiscali, usura, estorsione, detenzione di armi e trasferimento fraudolento di valori.

A inizio 2015, i militari del G.I.C.O., a seguito di specifici accertamenti nei confronti di organizzatori e promotori dell’associazione investigata, predisponevano una richiesta di misura di prevenzione personale e patrimoniale a carico di 4 soggetti, ritenuti “socialmente pericolosi” in relazione ai rispettivi precedenti penali e di poFinanza Sondrio sequestro benilizia.

L’attività posta in essere ha permesso di constatare la detenzione di un patrimonio mobiliare e immobiliare sproporzionato rispetto al reddito dichiarato dal nucleo familiare dei soggetti proposti.

Pertanto, successivamente al sequestro di prevenzione effettuato alla fine del mese di giugno e attinente ad un compendio immobiliare del valore stimato di 600mila  euro, riconducibile a uno dei promotori della compagine criminale, con decreto depositato in data 1 luglio il Presidente della Seconda Sezione Penale e per le Misure di Prevenzione del Tribunale di Brescia, valutata la “pericolosità sociale” di ulteriori quattro soggetti, già tratti in arresto e tuttora sottoposti a misure limitative della libertà personale di varia natura, disponeva il sequestro finalizzato alla confisca di beni nella disponibilità di tre di essi: nel dettaglio, un appartamento bilocale con box e una villa con piscina con annessa autorimessa, immobili entrambi ubicati a Palazzolo sull’Oglio (Brescia), un anello in oro bianco con diamante, vari preziosi e un motociclo, per un valore commerciale stimato
complessivamente in un milione di euro.

Gli immobili, unitamente agli altri beni, risultano attualmente sottoposti a sequestro preventivo di natura penale, in vista della confisca obbligatoria, con la concreta prospettiva di assicurare l’intero compendio vincolato in via cautelare al patrimonio dello Stato.
La misura di prevenzione patrimoniale, utilizzato dalla Guardia di Finanza, è rivolto a patrimoni, frutto di illeciti accumuli, che possono ragionevolmente sfuggire alla sede penale.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136