QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Operazione Mandinka 2, Confcommercio Trentino ringrazia le forze dell’ordine

mercoledì, 8 febbraio 2017

Trento – Operazione Mandinka 2, il plauso di Confcommercio Trentino alle forze dell’ordine. Il vicepresidente vicario di Confcommercio Trentino Massimo Piffer: «Un intervento che contribuisce a restituire la città ai cittadini ed agli esercenti»

La Questura di Trento, guidata da. Massimo D’Ambrosio, si conferma vigile e attiva nella prevenzione della criminalità in provincia di Trento. La Squadra Mobile trentina, coordinata da Salvatore Ascione, ha condotto nelle ultime ore un’importante operazione, denominata “Mandinka 2”, che ha inferto un duro colpo alle attività criminali legate allo spaccio di sostanze stupefacenti nel capoluogo e nelle zone limitrofe.

Confcommercio Trentino esprime soddisfazione e plauso alle forze dell’ordine per un intervento a favore della legalità e della convivenza: «Vogliamo esprimere il nostro ringraziamento – dichiara il vicepresidente vicario Massimo Piffer (nella foto) – alla Questura di Trento, alla Squadra Mobile e alle forze dell’ordine in generale per gli interventi che contribuiscono a rendere più sicura e più vivibile la nostra città e la nostra provincia».Piffer 1

«I nostri esercenti – prosegue Piffer – vivono quotidianamente “sulla strada” e sentono molto da vicino le questioni legate alla sicurezza e alla criminalità. Operazioni come questa, voluta dal Questore D’Ambrosio, aiutano a rasserenare gli imprenditori ed a ritrovare una maggiore sensazione di vivibilità, caratteristica essenziale del nostro territorio. Oltre agli arresti e alle altre misure cautelari, infatti, l’operazione Mandinka 2 è il segnale della presenza costante e assidua delle forze dell’ordine: per cittadini e imprese: un segnale positivo che, pur in presenza di alcune situazioni ancora difficili, orienta alla fiducia».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136