QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Operazione antidroga: due extracomunitari arrestati dalla Polizia a Trento

lunedì, 27 febbraio 2017

Trento – Blitz antidroga della Polizia di Stato di Trento. Continuano con importanti risultati i controlli degli agenti contro lo spaccio di sostanze stupefacenti voluti dal Questore Massimo D’Ambrosio.

L’altra sera la Squadra Mobile di Trento, in collaborazione con la Polizia Ferroviaria, nell’ambito delle azioni contro lo spaccio di sostanze stupefacenti, ha bloccato, all’interno dell’atrio della stazione di Trento, due cittadini extracomunitari, mentre questi, dopo essere scesi da un treno proveniente dalla Germania, stavano per lasciare la stazione per dirigersi verso il centro cittadino.

All’atto del controllo gli investigatori, oltre a notare un ingiustificato nervosismo dei due, riscontravano alcune incongruenze sui documenti. Per tale motivo venivano accompagnati presso gli Uffici della Questura, dove venivano sottoposti ai rilievi dattiloscopici e alla verifica dei documenti di identificazione.

Nel contesto gli investigatori, considerato anche i recenti arresti a Trento di una nigeriana che, proprio su quella tratta ferroviaria trasportava 3 chili di cocaina e, successivamente, a Rovereto di un nigeriano che trasportava 1 chilo di cocaina, decidevano di sottoporre i due uomini ad una TAC per comprendere se trasportavano della sostanze stupefacente.

I due, stante l’incidente occorso ad un carro allegorico sabato sera a Vigolo Vattaro e i tempi d’attesa al pronto soccorso dell’Ospedale Santa Chiara di Trento, venivano accompagnati presso il nosocomio di Rovereto e sottoposti ai controlli medici.

All’esito positivo, i due stranieri riconoscevano il loro ruolo confermando che trasportavano circa 100 ovuli, ciascuno per circa 2 chili di cocaina ed eroina. Per tale motivo, Sayibu Togola, nato in Mali l’1 gennaio 1984, domiciliato a Foggia, e Sidi Traore, nato in Costa D’Avorio il 27 luglio 1991, domiciliato a Palermo, entrambi in possesso di permesso di soggiorno per asilo politico, al termine delle attività di indagine, sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e su disposizione del Pm della Procura di Rovereto dottor De Angelis, condotti presso il locale carcere.

Ascione - Trento

Spesso -  commenta il capo della Squadra Mobile di Trento Salvatore Ascione (nella foto a lato) - le attività di prevenzione e di controllo del territorio, per i non addetti ai lavori, non sono immediatamente percepite per gli importanti risultati che danno. In questo caso i due arresti e il sequestro di circa 2 kg di cocaina rappresentano indubbiamente il senso dell’importante lavoro voluto dal Questore d’Ambrosio, destinato ad interrompere i canali di rifornimento dello stupefacente sulla città di Trento”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136