QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Blitz antibracconaggio in Val di Ledro, abbattuti fringuelli e un gallo cedrone

mercoledì, 20 novembre 2013

Ledro – Il personale della Stazione Forestale di Ledro, coadiuvato dai colleghi di Riva del Garda e dal locale guardacaccia, sono intervenuti nei confronti di un cacciatore di Tiarno di Sopra intento a praticare l’uccellagione, mediante l’ausilio di richiami elettronici, mezzo espressamente vietato dalla vigente normativa.bracconaggio

In particolare, durante un’operazione mirata antibracconaggio, gli agenti – allarmati da alcuni colpi di fucile – hanno sorpreso una persona intenta ad armeggiare con un richiamo che emetteva il canto primaverile dei fringillidi. Il controllo del cacciatore consentiva di rinvenire, appena abbattuti, alcuni soggetti di fringuello e peppola, specie la cui caccia è vietata dalla legge. La successiva perquisizione domiciliare, in flagranza di reato, permetteva di recuperare ulteriore fauna abbattuta illecitamente e precisamente numerosi uccelli di piccola taglia, alcuni ungulati e un esemplare di gallo cedrone, oltre ad alcune munizioni detenute illegalmente. I fatti sono stati portati all’attenzione della competente Autorità Giudiziaria che procederà per i reati venatori e per quelli in materia di armi.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136