Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Ono San Pietro: cacciatore scarica e usa app con il canto degli uccelli. Denunciato dai carabinieri

giovedì, 3 novembre 2016

Ono San Pietro – Non è un caso unico, però l’iniziativa di un cacciatore della Valle Camonica non è passata inosservata ai volontari del WWF e una segnalazione è arrivata ai carabinieri che hanno denunciato l’uomo per l’utilizzo di richiami sonori a scopo di bracconaggio.Operazione antibracconaggio 1

La tecnologia viene ora sfruttata anche dei cacciatori: infatti un 40enne residente a Ono San Pietro (Brescia) ha scaricato in una app del suo cellulare il canto degli uccelli e, successivamente l’ha collegata ad una cassa acustica con un  ottimo richiamo sonoro.

Il cacciatore è stato subito smascherato dalle guardie giurate venatorie del Wwf che hanno segnalato il comportamento ai carabinieri di Capo di Ponte (Brescia) che giunti vicino al capanno – in una zona periferica del paese camuno – l’hanno colto in flagranza e denunciato. I militari hanno inoltre posto sotto sequestro cellulare, cassa acustica e fucile.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136