QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Omicidio Zivignago: Marco Quarta condannato a 30 anni. Il 12 marzo uccise l’ex moglie Carmela Morlino

venerdì, 13 novembre 2015

Trento – Condannato a 30 anni di carcere Marco Quarta, 41 anni,
immobiliarista che il 12 marzo scorso uccise a Zivignago, vicino Pergine, con quindici coltellate, fuori dall’abitazione l’ex moglie Carmela Morlino. La donna viveva con i due figli di 4 e 7 anni. La sentenza è stata letta dal Giudice Carlo Ancona al termine del processo con rito abbreviato in tribunale a Trento. Il giudice ha ritenuto sussistenti tutte le aggravanti contestate dall’accusa, sostenuta dal pubblico ministero Carmine Russo, ovvero la premeditazione, l’aver agito con particolare crudeltà ed efferatezza, il rapporto di coniugio con la vittima e l’aver commesso l’omicidio sotto gli occhi dei figli.

Subito dopo il delitto Marco Quarta erMarco Quartaa fuggito, girovagando per l’Italia ed era stato arrestato dopo una settimana di latitanza a bordo della sua Dacia Duster, nonostante una ricerca a tappeto da parte delle forze dell’ordine. L’auto era stata segnalata a Merano, a Faenza, a Trento, ovunque fino a quando una pista certa era arrivata da Castel Bolognese (Ravenna).

La famiglia Morlino si è detta soddisfatta della sentenza, mentre il legale di Marco Quarta attende il dispositivo della sentenza prima di una valutazione complessiva.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136