QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Omicidio Pulvirenti: indagini dei carabinieri e l’attesa della perizia psichiatrica sull’assassino

giovedì, 26 gennaio 2017

Iseo – Proseguono le indagini dei carabinieri, coordinate dalla Procura di Brescia, sull’omicidio di Nadia Pulvirenti, 25 anni, di Castegnato, terapista uccisa da un paziente psichiatrico. L’assassino di Nadia da dieci anni era ospite della cooperativa sociale di inserimento per persone con problemi psichici e fisici che accoglie persone in carico al Dipartimento di Salute Mentale dell’ex Asl ora A.S.S.T di Franciacorta.Nadia Pulvirenti 10

Al momento dell’omicidio Nadia Pulvirenti (nella foto) si trova da sola con l’uomo, che aveva appena raggiunto per la terapia. Abderrahaim El Moukhtari, 54 anni, marocchino, ha afferrato un coltello, l’ha uccisa, poi è fuggito.

E’ stato fermato all’esterno della struttura protetta dalla polizia locale di Iseo e, secondo il legale, non voleva scappare ma consegnarsi ai carabinieri. Abderrahaim El Moukhtari ora è in carcere in attesa di una perizia psichiatrica e di un eventuale trasferimento in un ospedale psichiatrico. La famiglia di Nadia Pulvirenti invece, attende l’autopsia e il nulla osta per celebrare a Castegnato il funerale. I genitori, il fratello, il fidanzato e gli amici piangono la 25enne che lavorava con passione nella struttura protetta di Iseo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136