QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Omicidio di Niardo/4 I ricordi e i messaggi per Gloria Trematerra. Oggi l’interrogatorio di Lanfranchi

lunedì, 20 aprile 2015

Niardo – Messaggi ad Alice e numerosi interventi sulla tragedia. Tra i vari messaggi spicca quello di Piera Stretti, in rappresentanza della Casa delle Donne, centro antiviolenza di Brescia che ricorda in modo speciale Glora Trematerra (nella foto), la 55enne uccisa con otto fendenti da Tullio Lanfranchi. “Morire perché credevi che l’uomo che avevi sposato, l’uomo che era il padre dei tuoi figli, l’uomo che ti faceva paura al punto da chiedere di essere protetta dalla sua violenza e la tua paura era stata creduta e accolta, l’uomo nei cui confronti eri stata messa fermamente in guardia, l’uomo con cui sapevi tu stessa che non avresti più potuto né voluto vivere, lui… non ti avrebbe mai uccisa. Questo credevi, Gloria, donna dolcissima: sei morta per un atto di fede e neppure il tuo nome è stato di buon auspicio!”, Piera Stretti, Casa delle Donne.

Oggi si terrà l’interrogatorio di garanzia per Tullio Lanfranchi, 61 anni, accusato di omicidio volontario e lesioni colpose e potrebbe essere ricostruito nei particolare quanto accaduto venerdì sera nella casa di Niardo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136