Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Nuovo processo per tre separatisti altoatesini. Le motivazioni della Suprema Corte

mercoledì, 17 gennaio 2018

Bolzano – Dovranno sottoporsi a un nuovo processo per vilipendio al tricolore gli altoatesini, Eva Klotz, Sven Knoll e Werner Thaler dei Sudtiroler Freiheit che nell’ottobre del 2010 avevano denigrato il tricolore. Secondo la Suprema Corte, che ha accolto il ricorso del Procuratore generale dopo l’assoluzione in Appello a Trento, ha rimandato gli atti e chiesto un nuovo processo nei confronto dei tre perché “non si può trascendere in espressioni di ingiuria o disprezzo che leda il prestigio e l’onore dello Stato, dei suoi emblemi e delle sue istituzioni, pure tutelati con valenza primaria, ovvero in offese grossolane e brutali prive di correlazione con una critica obiettiva”.

Le motivazioni della decisione della Corte di Cassazione sono state depositate oggi e la Corte d’Appello di Trento dovrà fissare la data del nuovo processo. I tre in primo grado a Bolzano erano stati condannati a 3mila euro di multa, in secondo grado in Corte d’Appello a Trento erano stati assolti, dopo la decisione delle Suprema Corte dovranno sottoporsi a nuovo processo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136