QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Nel Bresciano un arresto dei carabinieri per spaccio e denunce per ubriachezza molesta

venerdì, 16 giugno 2017

Brescia – I carabinieri di Castenedolo hanno arrestato clandestino pluripregiudicato dopo un rocambolesco inseguimento. Sequestrati 240 grammi di eroina. I militari di Castenedolo hanno tratto in arresto un pericoloso pusher, pluripregiudicato e clandestino sul territorio nazionale.carabinieri Castenedolo 1

I militari, impiegati in servizio perlustrativo, insospettiti dalle manovre del soggetto, un tunisino ventisettenne alla guida di una Citroen C2, hanno deciso di procedere al controllo della vettura in via Tenente Olivari, ma a nulla sono servite le intimazioni di arrestare la marcia. Il pusher, infatti, ha tentato di darsi alla fuga, effettuando brusche manovre e sfrecciando ad elevata velocità per le vie di Castenedolo. Il rocambolesco inseguimento, durante il quale il tunisino ha lanciato un involucro ricoperto di scotch marrone dal finestrino, si è concluso, con non poche difficoltà, in via Vulcania, quando i Carabinieri, con un’abile manovra, hanno costretto il soggetto a fermare la vettura. Ormai braccato, il pusher ha tentato comunque di guadagnare la fuga scagliandosi contro i militari e colpendoli con calci e pugni, ma è stato immediatamente immobilizzato e ammanettato. I militari hanno perquisito la vettura e recuperato l’involucro gettato poco prima, che si è scoperto contenere ben 240 grammi di eroina.

Il tunisino dovrà quindi rispondere, oltre che del reato di resistenza a pubblico ufficiale, anche di quello di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Sul suo conto, oltre a numerosi precedenti in materia di stupefacenti e reati contro il patrimonio, è risultato inoltre pendente un ordine di espulsione dal territorio nazionale, sul quale si è trattenuto clandestinamente dal 2013. Espletate le formalità di rito, il soggetto ha passato la notte in camera di sicurezza in attesa di essere giudicato mediante rito direttissimo, nel corso del quale è stato convalidato l’arresto.

Carabinieri eseguono controlli straordinari del territorio nel centro cittadino e alla stazione ferroviaria

Nella serata di ieri i carabinieri della Compagnia di Brescia hanno effettuato numerosi controlli alla circolazione stradale e agli esercizi commerciali situati in aree sensibili della città nonché mirati controlli nella zona della Stazione ferroviaria.

Durante il servizio sono state impiegate una decina di vetture e circa venti militari, i quali, sin dal tramonto, hanno effettuato numerosi controlli, estesi anche ad alcuni locali. Circa 40 le vetture controllate e circa 50 le persone identificate; 2 le contestazioni di violazione al Codice della Strada.

Nel corso del servizio sono state denunciate ben 7 persone, tre per ubriachezza molesta, una per violazione della normativa sugli stranieri e tre soggetti coinvolti in una rissa alla Stazione Ferroviaria; due persone sono state trovate in possesso di modiche quantità di stupefacente e segnalate al Prefetto.

Allo stesso tempo, sono state elevate contravvenzioni agli esercizi commerciali, con sanzioni per un ammontare complessivo di circa dieci mila euro, per violazioni allo statuto dei lavoratori e per avere assunto del personale in “nero”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136