QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Nel Bresciano terremoto di magnitudo 2.9 nella notte. Epicentro a nord del capoluogo

martedì, 15 dicembre 2015

Brescia – Terremoto di magnitudo 2.9 nella notte a 14 chilometri a nord di Brescia. La scossa è stata avvertita soprattutto nei Comuni di Sarezzo, Gardone Val Trompia, Villa Carcina, Lumezzane, Marcheno, Brione e Polaveno. Il terremoto è stato localizzato da: Sala Sismica INGV-Roma all’1:15:48 ad una profondità di 3 chilometri. Non ci sono stati danni a persone e immobili.terremoto Brescia_mini

PROTEZIONE CIVILE 

“Non sono stati segnalati danni alle persone né alle infrastrutture abitative o viarie”, è il quadro tracciato dall’assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, riferendosi alla scossa di magnitudo pari a 2.9 che, questa notte alle 1.15 circa, è stata registrata nella zona di Sarezzo.

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, che garantisce la “veglia sismica” – ovvero il presidio continuativo della strumentazione per il rilevamento dei terremoti – ha ubicato l’epicentro a circa 3 chilometri di profondità. “La sala Operativa regionale di protezione civile – ha concluso Bordonali – ha contattato gli Enti del territorio interessato e i Vigili del Fuoco che hanno fortunatamente confermato che non ci sono stati danni. La piccola profondità dell’ipocentro ha fatto sì che il terremoto venisse avvertito su un’area piuttosto ampia, in un raggio di almeno 10 di chilometri”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136