QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Nel Bresciano intervento di venti tecnici del CNSAS per il recupero di una giovane

domenica, 6 luglio 2014

Toscolano Maderno –  Intervento stanotte per i tecnici della V Delegazione Bresciana del Soccorso alpino. Una ragazza russa, in vacanza nella zona di Toscolano Maderno (BS), nei pressi del Lago di Garda, era uscita per una passeggiata, da sola, ma ha riportato un infortunio a una caviglia. È però riuscita a chiedere aiuto e ieri sera, sabato 5 luglio 2014, la Centrale del 112 ha allertato il Cnsas. La ricerca si è protratta fino a tarda notte. La giovane è stata ritrovata nei pressi del Monte Pizzoccolo, in una zona boscosa e impervia, a circa 700 m di altitudine. In totale l’intervento ha impegnato fino a tarda notte una ventina di tecnici.

IN TRENTINO 

Ieri alle 19, l’Area operativa del Primiero Vanoi del Soccorso alpino trentino è intervenuta per prestare soccorso a due escursioniste ventisettenni padovane che avevano perso il sentiero alle pendici di Cima Coltorondo.
Le due ragazze, dopo essere scese dal bivacco Paolo e Nicola, posto presso forcella Valmaggiore, con l’intenzione di raggiungere il rifugio Refavaie, hanno perso l’orientamento e a quel punto, data l’approssimarsi della notte, hanno chiamato i soccorsi, telefonando al 118 alla Centrale operativa di Trentino Emergenza. L’Area operativa del Primiero Vanoi del Soccorso alpino trentino, di concerto con la Centrale oeprativa di Trentino emergenza, ha quindi contattato per telefono le due escursioniste, cercando di intuire, dalle indicazioni, dove si trovassero, inviando nel frattempo una squadra di cinque Tecnici della Stazione di Caoria. I soccorritori si sono portati in quota risalendo uno dei crinali che scendono da cima Coltorondo e alle 20.30 circa hanno rintraccato le due giovano padovane in un canalone roccioso a circa 2000 metri di quota, riaccompagnadole a valle. Alle 21.30 l’ intervento si è concluso con l’arrivo al rifugio Refavaie.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136