QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Nel Bresciano arresti dei carabinieri per furto, truffa e ricettazione

sabato, 12 aprile 2014

Idro – I militari del locale comando stazione al termine degli accertamenti di competenza hanno denunciato in stato di libertà per i reati di ricettazione, introduzione nello stato di prodotti con segni falsi e truffa, Paolo Cangiano, napoletano classe 1980, già conosciuto alle forze dell’ordine. In particolare i militari operanti a seguito di denuncia per truffa presentata da un residente, avviavano tempestive indagini accertando che il denunciato aveva venduto al residente un telefono cellulare completo di confezione chiusa e accessori, risultato poi essere una fedele riproduzione di un modello I-phone 5s marca Apple, dietro corrispettivo in denaro di 150 euro. L’apparecchio veniva posto sotto sequestro. La descrizione fornita dal denuncCarabinieri notturno 1iate consentiva di acquisire alcuni fotogrammi utili dal sistema di videosorveglianza di un esercizio commerciale che portava i militari a individuare la targa del mezzo in uso al pregiudicato, una Renault Modus di colore blu metallizzato e risalire alla sua identità. L’attività d’indagine veniva quindi portata a conoscenza di altri comandi limitrofi, ciò consentiva ai militari del Nor della Compagnia carabinieri di Egna (Bolzano) di intercettare il pregiudicato in quel territorio e sottoporre lo stesso a perquisizione personale e veicolare, con il recupero di 3 apparecchi fedeli riproduzioni di i-phone 5s

apple con loghi falsi, poi posti sotto sequestro. Sono in corso accertamenti per risalire ad eventuali altre
vittime del raggiro.

ARRESTO PER FURTO

I militari del locale comando stazione, nel corso di un servizio perlustrativo, hanno arrestato in flagranza per il reato di furto aggravato, un rumeno classe 1973 senza fissa dimora in Italia pregiudicato per reati specifici. In particolare nel pomeriggio i militari sono intervenuti presso il Centro Commerciale denominato “Simply”, sito in Padenghe sul Garda (Brescia) dove il prevenuto aveva poco prima asportato alcune confezioni di generi alimentari e non, del valore totale di circa 200 euro, occultandoli in una cinta elastica opportunamente congegnata per eludere i sistemi antitaccheggio. La merce trafugata è stata restituita agli aventi diritto. L’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza di questo comando, in attesa del rito direttissimo.

I militari della stazione di Gavardo (Brescia)  hanno denunciato in stato di libertà per analogo reato tre minori, un pakistano classe 1997, un indiano classe 1998, e un algerino classe 1998, tutti incensurati. In particolare i militari, nel controllare i parcheggi del centro commerciale denominato “Italmark” sito in Villanuova sul Clisi (Brescia) hanno fermato i tre minori, accertando che gli stessi poco prima avevano furtivamente sottratto dagli scaffali di esposizione del negozio “Sportland” sito nella galleria commerciale del citato centro, nr. 2 magliette
sportive marca nike del valore complessivo di 120 euro, occultandole all’interno delle borse che avevano al
seguito, e guadagnando poi di fretta l’uscita. I minori sono stati riaffidati ai rispettivi genitori come disposto

CONTROLLI SUL TERRITORIO

I carabinieri della Compagnia Carabinieri di Brescia hanno intensificato i controlli del territorio finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti in tutte le aree giudicate maggiormente sensibili sotto questo aspetto, ottenendo ottimi risultati e garantendo una maggior percezione di sicurezza. Infatti i carabinieri della Compagnia hanno tratto in arresto complessivamente sette soggetti e posto sotto sequestro 160 grammi di cocaina, 1 grammo di eroina, 28 grammi di marijuana e 7,5 grammi di hashish.

In particolare i Carabinieri di Mazzano hanno arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio B.S., italiano classe ’66, il quale, durante un posto di controllo, è stato fermato alla guida della propria autovettura con 103 grammi di cocaina occultati all’interno dei pantaloni.

I militari della Stazione Carabinieri di Brescia San Faustino hanno tratto in arresto in tre diverse operazioni di servizio effettuate nella zona della Stazione ferroviaria e in particolare nei pressi del “Freccia Rossa” A.M.A. (tunisino classe ’80), A.R. (italiano classe ’94) e A.A. (pakistano classe ’85), colti in flagranza di spaccio ad alcuni giovani, segnalati quali assuntori ai sensi dell’art.75 del TU sugli stupefacenti. I carabinieri di San Zeno Naviglio ha invece sfruttato l’ausilio fornito dai carabinieri del Nucleo Cinofili di Orio al Serio (Bergamo) per perquisire un’autorimessa in località Montirone di proprietà di F.E., albanese classe ’79, che è stato successivamente tratto in arresto in quanto all’interno di detta struttura sono stati rinvenuti, abilmente occultati, 40 grammi di cocaina.

I Carabinieri di Roncadelle hanno arrestato A.A., marocchino classe ’91, sorpreso, nei pressi di un bar ubicato su via Roncadelle, in flagranza di spaccio di complessivi 7,5 grammi di hashish a tre giovani del luogo, successivamente identificati e segnalati quale assuntori di sostanze stupefacenti alla Prefettura di Brescia. Infine i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Brescia hanno tratto in arresto nei pressi di via Milano, M.E., albanese classe ’85, che veniva sorpreso in possesso di 35 dosi monouso di cocaina già confezionate singolarmente, pronte quindi per essere spacciate.

 

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136