QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Nel Bresciano arresti dei carabinieri per evasione e detenzione abusiva di armi

mercoledì, 16 aprile 2014

Gavardo – I militari della Stazione Carabinieri di Gavardo, hanno arrestato per evasione, in flagranza, un marocchino pregiudicato per reati inerenti gli stupefacenti classe 1973, nullafacente e sottoposto al regime di detenzione domiciliare. In particolare i militari nel corso di un servizio perlustrativo hanno fermato il soggetto mentre passeggiava indisturbato per le vie del centro. L’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto ed ha disposto nuovamente gli arresti domiciliari per il pregiudicato con processo fissato il prossimo 23 maggio.Carabinieri Darfo Boario

A Manerba del Garda i militari della locale Stazione dei carabinieri hanno denunciato in stato di libertà per i reati di minaccia aggravata e detenzione abusiva di armi un uomo classe 1940, incensurato, pensionato. In particolare i militari sono intervenuti presso l’abitazione dell’uomo a seguito di segnalazione pervenuta alla locale centrale operativa dal vicino di casa dello stesso che aveva lamentato di aver subito delle minacce di morte a seguito di un diverbio. I due litigavano da tempo per futili motivi di vicinato e nella circostanza odierna completamente fuori di se’ il denunciato aveva proferito al vicino pesanti minacce di morte, intimorendolo con la promessa di utilizzare le armi da fuoco in suo possesso. In seguito a perquisizione domiciliare i militari hanno rinvenuto e sequestrato preventivamente all’uomo numero 5 fucili da caccia calibro 12, 20 e 32 ed una pistola semiautomatica cal. 6,35 mm tutto regolarmente detenuto poiché’ in possesso per uso caccia, ed hanno sequestrato penalmente un fucile cal. 12 marca Bernardelli ed una pistola marca Browning cal. 7,65mm con numerose munizioni poiché’ non denunciate e non censite in banca dati Sono in corso indagini finalizzate ad accertare la provenienza delle armi da fuoco illegalmente detenute dal denunciato. Nel corso delle operazioni poi, attese le precarie condizioni psichiche dell’uomo, veniva allertato il personale medico del 118 che dopo le incombenze di competenza disponeva il ricovero dell’uomo presso il reparto di psichiatria dell’Ospedale Civile di Gavardo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136