QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Montichiari: senegalese senza biglietto aggredisce autista autobus. Bordonali e Rolfi: “È stillicidio”

mercoledì, 6 luglio 2016

Montichiari – “Esprimiamo solidarietà e vicinanza alla donna aggredita mentre svolgeva il proprio lavoro. La sua fermezza e il suo coraggio sono da esempio per tutti, mentre l’indifferenza dei passeggeri lascia ammutoliti”. Queste le parole di Simona Bordonali, assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione della Regione Lombardia e di Fabio Rolfi, vice capogruppo della Lega Nord al Pirellone in merito all’aggressione subita da una autista di Montichiari, insultata e picchiata ieri pomeriggio da un giovane senegalese senza biglietto.bordonali assessore regione

“Questo giovane senegalese – commenta Bordonali – viaggiava con un abbonamento scaduto. Avrebbe dovuto chiedere scusa e pagare la multa, invece ha pensato bene di usare la violenza, tra l’altro contro una donna. Il suo prossimo viaggio gratuito dovrebbe essere quello di ritorno verso il Senegal. Chi si trova sui mezzi pubblici non deve sentirsi a rischio. L’impegno delle istituzioni deve essere volto a tutelare chi lavora, intervenendo con azioni concrete e non solo a parole. La Regione Lombardia sta investendo molto, sia per la sicurezza sui treni e che sugli autobus. Invitiamo tutti a seguire questa direzione” Fabio Rolfi

“Ormai è uno stillicidio, mi chiedo – prosegue Rolfi – se si stia aspettando una tragedia prima di intervenire seriamente. È urgente un cambio di mentalità da parte delle società che gestiscono il trasporto pubblico su gomma e servono investimenti strutturali per aumentare la sicurezza di lavoratori e utenti. A questo proposito esiste un bando regionale di oltre 4 milioni di euro per finanziare l’installazione di telecamere e altri strumenti per la sicurezza sui veicoli. Mi auguro che chi gestisce il trasporto pubblico a Brescia non perda quest’occasione per adeguare i mezzi ad una realtà che oggi impone maggiori tutele per i lavoratori e – conclude Rolfi – per i cittadini onesti che pagano il biglietto.”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136