QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Moniga del Garda: i carabinieri scoprono coltivazione indoor di marijuana, coppia nei guai

lunedì, 22 febbraio 2016

Moniga del Garda - I carabinieri della stazione di Manerba del Garda hanno arrestato una coppia di Moniga del Garda per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Da alcuni mesi era stato segnalato, nella zona del centro di Moniga del Garda, uno strano movimento di persone che lasciava intendere ad un possibile fenomeno di spaccio di stupefacenti.

carabinieri Salò

I carabinieri della stazione di Manerba hanno deciso di vederci chiaro e pertanto hanno iniziato un’attività di controllo della “piazza” sino a quando, nella mattinata dello scorso giovedì, hanno ritenuto di intervenire all’interno di un’abitazione operando una perquisizione domiciliare per la ricerca di sostanze stupefacenti.

I sospetti sono diventati certezza non appena i carabinieri hanno varcato la porta d’ingresso dell’appartamento dato che veniva rinvenuto tutto l’occorrente del perfetto coltivatore, in questo caso illegale, ovvero una serra indoor completa di attrezzatura per la ventilazione, di 3 lampade per l’essicazione, di 11 piantine di marijuana e di oltre 650 grammi di marijuana già essiccata e pronta per essere smerciata nonché dell’immancabile bilancino di precisione.carabinieri droga - salò

Scattavano quindi le manette per la coppia, ritenuta responsabile del reato di detenzione di stupefacenti in concorso, ed il P.M. di turno presso la Procura di Brescia disponeva il giudizio per direttissima che è stato celebrato con convalida dell’arresto, condanna del ragazzo a 18 mesi di reclusione ed assoluzione della ragazza dato che il compagno si assumeva tutta la responsabilità dell’accaduto.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136